Paganini
domenica 07/10/18 10:30

Omaggio a Nanni Svampa

LA 1, domenica 7 ottobre, 10:30

«La canzone dialettale è un buon mezzo per recuperare il proprio patrimonio, o per scoprirlo. Non si tratta del semplice dialetto che si parla al bar, ma è cultura vera e propria, autentica tradizione». Se si potesse riassumere una poetica in due frasi, queste sarebbero quelle giuste di e per Nanni Svampa: per descrivere il senso profondo della sua lunga ed effervescente esistenza artistica.

A un anno dalla scomparsa Paganini rende quindi omaggio - domenica 7 ottobre, nella prima puntata di stagione - al più grande cantore dell'Insubria: così vicino sia alle tradizioni dei laghi, sia alla vitalità metropolitana milanese (di cui Svampa fu uno dei protagonisti, innovando il genere del cabaret) ma anche con una lungimirante apertura internazionale. Fu infatti lui il primo a tradurre - prima in italiano, poi in milanese - il cantautorato sferzante e ironico di Georges Brassens.

Strettissime sono anche state le relazioni tra Nanni Svampa e la Radiotelevisione svizzera, per cui - sull'arco di cinque decenni - registrò una grande varietà di contributi. E sono proprio questi tesori d'archivio a costituire il fulcro della puntata: un amarcord che però è anche proiezione sul presente e sul futuro. - Milano canta - Incontro musicale con i Gufi

Seguici con