domenica 29/03/20 10:30

Paganini

LA 1, domenica 29 marzo, 10:30

Cos’hanno in comune le candele d’accensione Bosch, gli hamburger di McDonald’s e i portatili cinesi Lenovo? Ludwig van Beethoven, ovviamente! O meglio: il bisogno di utilizzare la musica di Beethoven per rendere più forti, suadenti ed efficaci le proprie campagne promozionali.

E questo è solo uno dei sintomi che rendono Beethoven ancora centrale – a 250 anni dalla nascita! – nella cultura e nella società contemporanee. Altri sintomi di questa straordinaria longevità sono quelli più tradizionalmente culturali – dai programmi delle stagioni concertistiche alle pubblicazioni discografiche, dalla produzione saggistica a quella cinematografica – e tutti insieme concorrono a confermare l’impressione: Ludwig van Beethoven continua a essere uno di noi!

Consapevole di questa universale attualità dell’opera del genio di Bonn – e approfittando dell’anno giubilare 2020 – la trasmissione Paganini (in onda su RSI LA1 alle 10.30 della domenica mattina) ha scelto di dedicare una puntata al mese proprio a Beethoven, misurandone la portata su scala regionale. Buon compleanno Ludwig!!! è il titolo della serie di trasmissioni che cercherà di cogliere il modo in cui varie personalità musicali della Svizzera italiana si sono rapportate – e sempre si rapportano – con lui.

È stato davvero un genio? Qual è la sua opera migliore, quale invece la peggiore? In che modo ha influenzato i nostri percorsi di musica e di vita? Queste sono alcune delle domande cui man mano gli ospiti risponderanno, affiancando una precisa selezione di opere beethoveniane.

Terza invitata – nella trasmissione di domenica 29 marzo – è Cristina Savoldo Tavazzi: violinista, per anni membro dell’Orchestra della Svizzera italiana.

La sua selezione nelle produzioni dell’archivio televisivo della RSI comprende la Sinfonia n. 9 ''Corale'' con Vladimir Ashkenazy e l’Orchestra della Svizzera italiana, l’ouverture ''Egmont' diretta da Marc Andreae, il Concerto per violino di Beethoven con solista Luigi Alberto Bianchi e l’OSI diretta da Michael Stern.

Sei Centro, il nuovo quiz

Seguici con
Altre puntate