Paganini
domenica 09/01/22 10:30

Paganini

LA 1, domenica 9 gennaio, ore 10:30

Se è vero che «il jazz non è un "cosa", il jazz è un "come"», nella puntata di Paganini del 9 gennaio - dalle 10.30 su RSI LA1 - quel "come" ha una fisionomia ben precisa: ottantotto tasti, 52 bianchi e 36 neri. Il leitmotiv sarà infatti quello del pianoforte nel jazz: un tema amplissimo, che riguarda buona parte del Novecento in musica - con ramificazioni nella fine dell'Ottocento e nella nostra contemporaneità - e che non può ovviamente essere trattato esaustivamente. Può però essere esposto per suggestioni, e la prima viene dal denso e toccante documentario The Ballad of Fred Hersch, dedicato al pianista newyorkese ritenuto tra i più interessanti esponenti del jazz contemporaneo. L'autore della citazione iniziale - Bill Evans - viene invece presentato al massimo della sua arte pianistica e improvvisativa in una storica session registrata nel 1967 a Lugano, in trio con Eddie Gomez e Arnold Wise. Le condizioni erano a dir poco approssimative - dal momento che il pianista che lo aveva preceduto (con un'enfasi sperimentale particolarmente aggressiva) aveva scordato lo strumento in modo piuttosto evidente - ma Evans non si lasciò in nessun modo scomporre. In chiusura di puntata si può ammirare uno dei più importanti pianisti jazz della Svizzera italiana - Gabriele Pezzoli - nel concerto Colossus of Rhodes registrato con il trio Blue 2147 (con Brian Quinn alla batteria e Mauro Fiero alle chitarre) registrato per RSI MusicaViva nel giugno 2020. - The Ballad of Fred Hersch - Bill Evans Trio in concerto a Lugano - Blue 2147 - Colossus of Rhodes

Seguici con