Paganini
domenica 22/05/22 10:30

Paganini

Gabriel Fauré a Lugano

Per la storia delle arti nella Svizzera italiana, un elemento d’interesse – di cui spesso ci si fregia pubblicamente – è il transito o la permanenza di illustri ospiti internazionali: creatori di varie discipline che tra i nostri laghi e tra le nostre montagne hanno deciso di trascorrere un po’ di tempo.

Anche per la musica ci sono stati dei casi celebri – da Liszt a Puccini, da Leoncavallo a Stravinskij a Mascagni – e l’edizione 2021 del festival La via lattea ha giustamente riportato l’attenzione sul fatto che uno dei più grandi compositori francesi di tutti i tempi abbia soggiornato (per diverse estati, tra il 1909 e il 1913) proprio a Lugano: Gabriel Fauré.

La puntata di Paganini di domenica 22 maggio – dalle 10.30 su RSI LA1 – sarà dedicata proprio a Fauré, con la diffusione del concerto registrato da Paavo Järvi alla testa di Chœur et Orchestre de Paris (un programma “the very best of” con qualche scoperta: i celeberrimi Pavane op. 50, Elégie op. 24 e Requiem in re minore, ma anche i brani corali Super flumina Babylonis e Cantique de Jean Racine) seguito da Gabriel Fauré – estati luganesi, il documentario RSI in prima visione assoluta realizzato da Fabio De Luca e Giuseppe Clericetti proprio attorno alla presenza luganese di Fauré.

«Nell’immaginazione di Gabriel Fauré le sponde del Ceresio diventavano le acque del Mediterraneo che lambiscono le spiagge della mitica Itaca» scrive il regista De Luca. «Lugano è stata la meta prediletta del compositore francese per immergersi, durante i soggiorni estivi, nella composizione della sua unica opera lirica: la Pénélope. Dal 1909 al 1913 la cittadina del Ceresio ospitò, nei mesi più caldi, il celebre musicista e vide la nascita di alcune sue felici composizioni: La chanson d’Ève, i Préludes op. 103, la Barcarolle n. 10». Basandosi sulla fitta corrispondenza del maestro francese, vengono ripercorsi nel documentario i suoi passi lungo le strade di Lugano, in compagnia del brillante musicologo Giuseppe Clericetti.

Seguici con