domenica 02/10/22 10:25

Paganini

Presenze femminili

Domenica 2 ottobre – alle 10.30 su RSI LA1 – Paganini riprende la propria stagione televisiva (come sempre attenta sia alla cultura musicale sia a quella coreografica) con una puntata dedicata alla musica al femminile. Non al femminile come categoria in sé – che in musica avrebbe poco senso – bensì presentando gli approcci, anche molto differenti, di alcune delle più significative musiciste della nostra epoca.

Da un lato una grande violinista, Anne-Sophie Mutter, che interpreta una delle poche compositrici a essersi ritagliata un posto d’onore nelle avanguardie del secondo Novecento: Sofija Gubajdulina. Il Concerto per violino e orchestra n. 2 “In Tempus Praesens” è stato eseguito per la prima volta (e ripreso televisivamente) al Lucerne Festival nel 2007, con i Berliner Philharmoniker diretti da Simon Rattle.

Dall’altro lato una compositrice e direttrice d’orchestra, Eímear Noone, tra le principali protagoniste di una scena musicale poco conosciuta ma numericamente importantissima, come la video game music: sue alcune delle musiche per celebri videogiochi come World of Warcraft, ma significative sono anche state le sue collaborazioni con orchestre quali Philadelphia Orchestra, Royal Philharmonic, Sydney Symphony e the Danish National Symphony Orchestra. Nel 2000 Eímear Noone è inoltre stata la prima direttrice donna a esibirsi nel corso della cerimonia di attribuzione degli Oscar. Il documentario Let's Play la ritrae come artista e mentore – per un gruppo di giovani direttori d’orchestra – in un progetto promosso dalla Bergen Philharmonic.

Terzo polo femminile della puntata è la giovane violoncellista ticinese Alessandra Doninelli – tra le più interessanti interpreti della giovane generazione – che ha registrato la Sonata n. 8 di Zoltán Kodály in un suggestivo contesto visivo.

Seguici con