Paganini
domenica 16/02/20 10:30

Parigi e la danza

LA 1, domenica 16 febbraio, 10:30

Nell’astratto gioco del definire possibili capitali per i generi dell’espressione artistica, in riferimento alla danza lo sforzo non è davvero gravoso.

Forse perché sin dalla metà dello scorso millennio disponiamo di concrete tracce che collocano nell’arte scenica francese una centralità della questione coreografica: dalle opere di Lully, alla tragédie lyrique; dal Grand opéra ottocentesco fino ai Balletti russi di Djagilev, Balanchine e Nižinskij. Parigi, a conti fatti, è il centro che con ottime ragioni può ambire al ruolo di capitale mondiale della danza.

Questo è il tema scelto da Paganini per la puntata del 16 febbraio prossimo – Parigi e la danza – un tema affrontato con uno sguardo retrospettivo (approfittandone per celebrare gli anniversari di storiche creazioni musicali e coreografiche) ma anche votato al presente, con alcune delle più interessanti creazioni contemporanee.

Esattamente cent’anni fa – sul finire del 1919 e all’inizio del 1920 – a Parigi videro infatti la luce sia Le boeuf sur le toit (balletto assai atipico scritto da Darius Milhaud su un soggetto di Jean Cocteau) sia La boîte à joujoux (balleto per bambini di Claude Debussy, nato dall’amore per la figlia e ispirato al suo mondo infantile). Paganini propone i due capolavori nelle storiche produzioni RSI curate dalla coreografa Marina Spreafico (assieme all’Orchestra della Svizzera italiana diretta da Marc Andreae, per Milhaud) e da Amedeo Amodio con Aterballetto (assieme a un ensemble diretto dal pianista Boris Berman, per Debussy).

Se si guarda all’attuale panorama della produzione coreografica, invece, stupisce come l’Opéra di Parigi sia riuscita – malgrado il peso storico di una tradizione secolare – a mantenersi sempre fresca, attuale e originale. Tra le sue recenti produzioni, Paganini ha selezionato The art of not looking back di Hofesh Shechter e The male dancer di Iván Pérez, che per la colonna sonora ha attinto allo Stabat Mater di Arvo Pärt.

Seguici con
Altre puntate