domenica 16/06/19 10:30

Sulle tracce di Ernest Bloch

LA 1, domenica 16 giugno, ore 10:30

Accanto alla musica, coprotagonista nell’ultima puntata di Paganini per la stagione 2018-2019 sarà la Valle Capriasca. A officiare questa insolita unione – la prossima domenica 16 giugno alle 10.30 su LA1 – sono la persona e l’opera di Ernest Bloch.

Nato a Ginevra nel 1880 cominciò a comporre giovanissimo, percorrendo in lungo e in largo l’Europa prima di approdare nel 1917 in America (dove fu direttore del conservatorio di Cleveland e di quello di San Francisco). Deluso però da quella prima esperienza americana nel 1930 tornò in Europa, stabilendosi per tre anni a Roveredo Capriasca nell’intento di sottrarsi  all’attenzione pubblica e di votarsi alla solitudine. Nella valle affacciata sul Golfo di Lugano trovò rigenerazione e si lasciò affascinare dal respiro della natura, che ebbe anche modo d’immortalare in numerose fotografie.

Paganini ha scelto di ripercorrere alcuni dei luoghi frequentati e amati da Bloch, accanto a una selezione musicale che rende giustizia all’opera dell’autore, così impregnata dei moti di dolore e di lotta dello spirito ebraico attraverso uno stile compositivo sospeso tra l'impressionismo francese e l’eloquenza drammatica tardoromantica. Nell’interpretazione di Lorin Maazel alla testa della Cleveland Orchestra si potranno così ammirare Schelomo (la celebre Rapsodia ebraica per violoncello e orchestra, con solista Leonard Rose) e America, Rapsodia epica per orchestra e coro.

Il fondamentale tema del rapporto tra ebraismo e musica verrà inoltre approfondito dal documentario Tra Purim e Pesah – La musica degli ebrei d’Italia nel Rinascimento di Giovanni Conti.

Seguici con
Altre puntate