Segni dei tempi
sabato 16/01/16 12:05

Paul Grüninger. La storia di un resistente svizzero

Mise a repentaglio carriera e reputazione per salvare migliaia di persone

Nel 1938, in seguito all'annessione dell'Austria al Terzo Reich nazista, molti ebrei cercarono rifugio in Svizzera. Dopo un'iniziale fase caratterizzata dall'accoglienza dei profughi, il Consiglio federale impose la chiusura delle frontiere. Disobbedendo a quell'ordine, il capo della polizia di San Gallo, Paul Grüninger, continuò a permettere a quelle persone in fuga dalla persecuzione di raggiungere il territorio elvetico. Scoperto, fu destituito e licenziato. Oggi Jonathan Kreutner, figlio di un ebreo entrato in Svizzera grazie all'aiuto del comandante della polizia di San Gallo, ripercorre quella vicenda e svela alcuni retroscena.

Settimanale protestante a cura di Paolo Tognina

Sottosopra

Seguici con
Altre puntate