domenica 04/09/16 20:40

La traversata delle Alpi (3. parte)

LA 1, domenica 4 settembre, 20:40

Il mio piccolo Tibet (di Mario Casella)
L'Alpe di Cadlimo, tra il passo del Lucomagno e la regione di Piora, si popola ormai da varie estati di decine di yak. Il pastore mesolcinese Nicola Toscano si è appassionato per questo animale di origine himalayane e ha ritrovato sulle nostre montagne l'ambiente del Nepal e del Tibet, regioni che aveva frequentato nella sua gioventù.

 

La traversata delle Alpi (di Mario Casella e Fulvio Mariani)
Continua la rivisitazione attraverso i diari manoscritti della prima traversata a piedi delle Alpi compiuta a metà Ottocento dall'alpinista inglese Douglas William Freshfield. Dopo la salita all'Adula Freshfield si dirige verso Airolo passando dalla regione di Piora. L'inglese descrive una natura che nel frattempo è molto cambiata dopo la costruzione di dighe, ferrovia e autostrada.

 

From zero to Elbrus (di Stefano Paolo Giussani)
Lo sportivo Nico Valsesia si è reso protagonista, all'inizio di quest'estate, di un exploit senza precedenti. È partito in bicicletta dalle rive del Mar Caspio e in 31 ore e 55 minuti ha raggiunto di corsa e a piedi il punto più alto d'Europa: la vetta dell'Elbrus (5'642 m). Un'avventura sportiva e umana nelle repubbliche caucasiche della Federazione russa. www.nicovalsesia.com

 

Metronomic (di Vladimir Cellier)
Dall'incontro di alcuni gruppi di acrobati, di danzatori dell'aria e di un gruppo musicale artisti nelle vertiginose gole e pareti del Verdon in Francia è nato uno spettacolo irripetibile, una performance basata in larga parte sull'improvvisazione più spericolata, sul rischio e sulla sfida alle leggi della gravità. Musica, verticalità e adrenalina.

A line across the sky (di Peter Mortimer e Josh Lowell)
A lungo considerata impossibile - e proprio per questo vagheggiata da moltissimi - la traversata di tutte le creste maggiori del gruppo del Fitz Roy ha alimentato per decenni le fantasie più audaci degli scalatori diretti in Patagonia. Lo strabiliante profilo del Cerro Fitz Roy e delle sei cime che lo affiancano si sviluppa per una lunghezza di oltre sei chilometri con un dislivello di quasi quattromila metri, attraverso pareti ricoperte di ghiaccio e neve. Tommy Caldwell e Alex Honnold sono riusciti a compiere quest'impresa in un unico tentativo durato cinque giorni nel febbraio del 2014.


 

Europa League, Lugano & Young Boys: alla RSI

Seguici con
Altre puntate