Storie
domenica 19/04/20 20:40

Beppe medico

LA 1, domenica 19 aprile, ore 20:40

in questi mesi, forse più che mai, abbiamo realizzato l’importanza che riveste per noi tutti il lavoro di medici e personale sanitario. Non solo nei reparti d’urgenza, ma anche nei contesti di prossimità, nella relazione spesso di tipo personale che si instaura tra medico di famiglia e paziente. E a lungo il protagonista di questo documentario ha rivestito l’uno e l’altro ruolo: sui documenti ufficiali è il Dottor Josef Karl Heinrich, ma tutti lo chiamano Beppe. Originario del Canton Vaud, nato a Montlingen, nel Canton San Gallo, ama definirsi un ticinese di adozione concessa (DAC). È stato direttore medico del SALVA, il servizio ambulanza del locarnese, e medico in valle Onsernone, nonché responsabile dell’ambulatorio del Centro Sociale di Russo, comune dove risiede con la famiglia.

Ribelle negli anni di formazione, ha sempre avuto una visione anche politica del proprio mestiere. Il regista Danilo Catti lo ha seguito nell’intensa attività su più livelli che ha caratterizzato il periodo immediatamente precedente la pensione, durante il quale Beppe ha continuato a esercitare il suo lavoro con entusiasmo contagioso. Convinto dell’importanza di una medicina che non sia solo fatta di nozioni, la sua esperienza mette bene in evidenza il ruolo cruciale dell’elemento umano nella cura. Un ruolo oggi purtroppo messo per necessità in scacco dall’esigenza di distanze sociali, mascherine e protezioni. Cosa succede, allora? Un tema su cui si riflette con l’ospite di questa puntata, specialista di medicina interna e d’urgenza in un contesto come quello di Roveredo: Renzo Rigotti.

 

Sei Centro, il nuovo quiz

Seguici con
Altre puntate