Storie
domenica 21/04/19 20:40

Lo sguardo del ritorno, le mani nella terra

LA 1, domenica 21 aprile, 20.40

I gesti nei luoghi ricorrenti, i sentieri battuti ogni anno, le attività scandite dai moti circadiani e stagionali della Terra. Sin da quando eravamo cacciatori raccoglitori e abbiamo deciso di soffermarci a coltivare il suolo, in qualche modo abbiamo aderito alla circolarità del tempo. Un ciclo che ricorre e non varia, viceversa cambia la vita di chi lo vive: talvolta lentamente, talvolta progressivamente, talvolta in modo così rivoluzionario da innescare l’estinguersi della civiltà che ha percorso da tempo immemorabile quella spirale, sempre uguale eppure sempre un po’ diversa, quella contadina.

Realizzato interamente con materiali d’archivio, questo documentario testimonia il nostro rapporto strettissimo, vicino e allo stesso tempo ormai lontano, con quel mondo fatto di fatica e duro lavoro, di sacrificio e povertà. I processi di meccanizzazione e tecnologizzazione dell’agricoltura hanno decretato la nascita dell’industrializzazione agricola e la marginalità dell’uomo. Poter ancora contemplare lo svolgersi dei gesti contadini nelle immagini documentaristiche, nelle cronache dei decenni passati, nei film realistici e in quelli amatoriali è una ricchezza. Un patrimonio che ci permette di assistere al racconto di quel che ci ha preceduto, di quel che non c’è più, un racconto che aleggia ancora vivido sugli alpi,  fra i muri a secco e nelle fontane di pietra. Una memoria che però è ancora viva nei suoi echi, tanto viva da far tornar a taluni la voglia di ancora metter mano alla terra.

Cosa resta, oggi, in noi, di quel mondo quasi dimenticato? Cosa resta oltre ai racconti, alla memoria di chi ancora ricorda una Svizzera italiana molto diversa da quella che tutti noi conosciamo? A volte le tracce più indelebili, e allo stesso tempo inaspettate, si nascondono nella lingua e nelle espressioni che utilizziamo nella quotidianità. Per arricchire la visione di questo mosaico di archivi, in studio in questa domenica pasquale, un dialettologo amato e appassionato. A lungo direttore del Centro di Dialettologiadella Svizzera italiana, l’ospite di Rachele Bianchi Porro sarà Franco Lurà.

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate