Storie
domenica 09/12/18 20:40

Ruggine, miscela e la cura del ciclomotore

LA 1, domenica 9 dicembre, 20:40

Simbolo di libertà soprattutto nell’adolescenza, il ciclomotore - detto anche “motz”, o più comunemente motorino – per qualcuno è una passione che non è mai tramontata, e che oggi torna anzi in auge fra i più nostalgici. Ma chi sono gli intrepidi che ancora sfidano le nostre strade e il traffico moderno, a bordo di quelle due ruote dal sapore un po’ démodé? Se lo è chiesto il regista di questo documentario, che si è messo così sulle tracce di chi avvistava nel suo peregrinare sul territorio. Emergono in questo modo i racconti di Maria - la signora con il casco giallo - che quarantaquattro anni fa dal Cile arrivò in Ticino per raggiungere suo marito fuggito dal colpo di stato; Silvano - detto “Paia” - idraulico pensionato e amante di uccelli esotici, nonché di piccole fughe sulle due ruote; Claudio, che in età avanzata corona il sogno di restaurare e collezionare motorini; e ancora Marcel - detto “Piz” - che con tutti i suoi reperti nel garage nasconde un tesoro. Emozioni legate alle due ruote, quelle a velocità contenuta, che spaziano tra i sentimenti di amore, libertà, ossessione, umiltà e solitudine.

Un racconto corale che parte da una passione comune per diventare qualcosa di più, seguendo il fil rouge dei ricordi di un mondo forse in via d’estinzione. Ecco perché, per commentare questa puntata, in studio questa volta uno scrittore assolutamente fuori dagli schemi: cantore schietto del territorio, osservatore particolare della realtà che ci circonda, con Rachele Bianchi Porro ci sarà questa settimana Giorgio Genetelli, autore – tra le altre pubblicazioni – de “La conta degli ostinati”.

Le storie di Storie, ogni domenica: Un paese tagliato a metà

Seguici con
Altre puntate