Ritorno all'Eden perduto

Ritorno all'Eden perduto

documentario di Adriano Zecca

Dopo una burrascosa traversata su un malandato peschereccio locale sono approdato alla sospirata isola di Siberut, nell'arcipelago delle Mentawai, 90 miglia a ovest di Sumatra, Indonesia”. Era il luglio del 1969 quando il regista, allora 24enne fotografo di moda, scriveva queste brevi note di campo sul suo quaderno di viaggio, a memoria di un’incredibile avventura in uno dei luoghi più misteriosi e meno conosciuti della Terra. Quell’esperienza straordinaria, a contatto con una popolazione indigena quasi del tutto incontaminata, avrebbe segnato anche l’inizio della sua attività come documentarista.

Nel luglio del 2019, dopo mezzo secolo viaggio e lavoro, a conclusione di una carriera che lo ha portato negli angoli più remoti del mondo, una domanda continua a perseguitarlo come un fantasma del passato: che ne sarà stato di quella piccola isola, Siberut, e degli “uomini fiore” che la abitavano?

Questo documentario è il tentativo di trovare una risposta ma, soprattutto, il racconto avventuroso di un ritorno emozionante e il bilancio esistenziale di un’intera vita. Un ritorno sospirato alla ricerca di qualcosa che forse non esiste nemmeno più.

Banksy, chi sei veramente?

Seguici con