turne_19_settembre

Nek, tra finanza, teatro e traduzione

La storia infinita dei risparmi italiani nelle banche ticinesi.

Questa settimana Turné marca presenza anche in ambito finanziario. Mentre la Svizzera si avvia alla fine del segreto bancario l'ex procuratore pubblico Marco Bertoli pubblica da Dadò un romanzo che ripercorre la storia infinita dei risparmi italiani nelle banche ticinesi: Benedetti soldi maledetti. I dettagli ce li svela Debora Caccaviello, che ha incontrato l'autore.

Per il resto i temi sono quelli consueti - musica, teatro, letteratura e arti visive - ma con interlocutori e itinerari sempre nuovi.

E allora con Sonja Riva faremo tappa al LAC per gettare un'occhiata dietro le quinte di Non ogni notte la luna, il nuovo spettacolo di Antonio Ballerio ispirato ad Anton Checov, che va in scena in questi giorni nel contesto dell'inaugurazione del nuovo centro culturale luganese.

Con Damiano Realini avremo poi modo di avvicinarci a Nek, il noto cantautore e polistrumentista italiano ospite in settimana di Rete Uno.

Poi di nuovo libri, con un contributo di Cristina Savi sulle prime giornate di Babel, il festival di letteratura e traduzione che in questi giorni, a Bellinzona, festeggia il proprio decimo compleanno. Fra gli ospiti, la pluripremiata scrittrice svizzero tedesca di origine serbo-ungherese Melinda Nadj Abonji.

E infine spazio ad Artificio:  un'iniziativa che permette a una trentina di designer ticinesi di esporre in questi giorni i loro lavori nelle vetrine dei negozi del centro di Lugano. Angelica Isola ha colto l'occasione per soffermarsi con alcuni di loro su senso e difficoltà di una professione al confine fra arte, comunicazione, artigianato e produzione industriale.

 

Letture della settimana:

Marco Bertoli, Benedetti soldi maledetti, Armando Dadò

Melinda Nadj Abonji, Come l'aria, Voland

Fred Vargas, Tempi glaciali, Einaudi.

Storie: Caronavirus

Seguici con