29.05 Operazione macello

di Anna Bernasconi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dentro il Molino      

Nella notte tra il 29 e il 30 maggio la polizia sgombera il centro autogestito del Molino a Lugano. È l’apice di un lungo braccio di ferro tra le autorità comunali e gli occupanti del ex-Macello. Nel corso della notte viene demolito uno degli stabili all’interno dell’area. L’azione delle ruspe suscita un vivo dibattito nell’opinione pubblica; da parte una raccolta di firme a sostegno l’intervento. Dall’altra, il sabato seguente, alcune migliaia di persone scendono nelle strade di Lugano per protestare contro la decisione delle autorità. Nei giorni seguenti è un rincorrersi di polemiche e spiegazioni, mentre parte l’inchiesta della Procura, allo scopo di accertare cosa è veramente successo quella sera.

Falò riscostruisce la cronologia di quei giorni basandosi sui fatti finora accertati, raccoglie le testimonianze di chi li ha vissuti in prima persona, ripropone le dichiarazioni fatte dalle autorità, sente sostenitori e contrari alla presenza del Molino nel centro di Lugano e cerca di capire che ne sarà delle macerie del ex-macello.  

Ospiti in studio Tiziano Galeazzi, Consigliere comunale UDC e Mattea David, Consigliera comunale, PS.

 

www.facebook.com/RSIFalo