Falò
giovedì 29/03/18 00:00

Risvegli impossibili?

di Renato Pugina

Un incidente grave, un danno importante al cervello. Fino a qualche anno fa non c’era speranza. Oggi i grandi progressi della medicina danno maggiori possibilità.

Il paziente sopravvive, ma resta per mesi, a volte per anni, in uno stato definito “vegetativo”  o “di minima coscienza”. Alcuni muovono appena le palpebre; tutti hanno bisogno di assistenza 24 ore su 24. Situazioni che hanno ricadute importanti sulla vita dei familiari. Di questa condizione normalmente non si parla, fa notizia solo in momenti eccezionali, sull'onda di casi eclatanti, ma esiste una realtà quotidiana dello stato vegetativo. Falò racconta le vicende di alcuni pazienti ticinesi accuditi a casa o in strutture medicalizzate. Cosa vuol dire vivere accanto ad una persona in questo stato? Fino a che punto si riesce a comunicare? E quando si può ancora sperare in un miglioramento?

Commenti (3)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Ho assistito dapprima per oltre 2 anni a casa un famigliare affetto da una rara malattia neurodegenerativa che colpisce i motoneuroni del sistema nervoso centrale, di cui attualmente non si sa ancora la vera causa e per la quale esiste solo un medicamento per rallentare il suo decorso. Poi l’ultimo anno mi sobbarcavo in condizioni menomate, 1 ora di macchina giornalmente, nella carente struttura dove era ricoverata; ma nonostante sia trascorso diversi mesi dalla dipartita purtroppo la mia vita quotidiana non è più uguale a prima ed è ancora sovente scombussolata dall’esperienza vissuta!

Una persona in stato vegetativo che ha degli stimoli e quindi in grado di capire cosa gli e successo e forse anche di ricordare come era prima?grazie

in seguito ad operazione mio marito è stato vegetativo per 7 (!!) anni, gli ho dato le migliori cure ma invano. Ora dopo tanti anni penso che chi attorno a me avrebbe dovuto insistere con me di -lasciarlo andare-. Non solo per me ma sopratutto per alleviarlo da tanta lunga sofferenza.

Falò, giovedì 17.01.2019, ore 21:10

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con