Falò 22.04.2021
giovedì 22/04/21 21:05

All'ultimo stadio - Lugano non decolla

Alessandra Maffioli e Luca Marcionelli - Marzio Pescia e Philippe Blanc

All’ultimo stadio                  

Se ne parla da vent’anni, adesso è arrivata l’ora della verità. Poche settimane fa il Consiglio comunale di Lugano ha approvato a larghissima maggioranza il progetto di un nuovo Polo Sportivo e degli Eventi. Ma c’è un ultimo ostacolo da superare: il referendum lanciato da chi è fermamente opposto al PSE. Le ragioni principali sono di natura finanziaria e hanno tenuto banco nelle settimane che hanno preceduto il voto: è megalomane, costa troppo, è un regalo ai privati. Argomenti che il Municipio respinge energicamente. Se la raccolta delle firme dovesse riuscire, saranno i cittadini a dover decidere. E allora com’è davvero questo progetto nei dettagli? Quali sono i punti forti e quali i deboli? Come si è arrivati alla soluzione attuale? Falò illustra il PSE e sente il parere di favorevoli e contrari, per cercare di capire qual è la vera posta in gioco legata alla costruzione di un nuovo stadio e di tutto quello che vi sta attorno.

Lugano non decolla            

Gli ultimi anni sono stati difficili per l’aeroporto di Lugano-Agno. Dopo aver perso i voli di linea, la città si convince che l’unica strada percorribile per dare un futuro allo scalo sia quella di cederlo ai privati. Decide allora di indire un concorso con il quale raccogliere idee e progetti. Alla “call for interest” rispondono 7 gruppi, di cui tre locali. L’analisi delle candidature viene affidata a un gruppo di lavoro che affianca il Municipio. Il 25 gennaio il gruppo dichiara idonea una sola cordata, ma pochi giorni dopo il Municipio, a sorpresa, ne rimette in gioco anche un’altra. Si levano i mugugni degli esclusi e tre gruppi fanno ricorso. E ora cosa succederà? Chi ha torto e chi ha ragione?  E soprattutto, qual è il modo migliore di dare un futuro all’aeroporto?

 

Ospiti in studio Marco Borradori, sindaco di Lugano e il rappresentante del MPS Matteo Poretti.

Commenti (28)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Ottima trasmissione, come sempre. L’architetto Giraudi ha spiegato in modo chiarissimo, interessante e preciso il progetto e le sue logiche. Peccato aver dovuto dare fin troppo spazio agli ostruzionisti nostrani: argomenti imbarazzanti, demagogia e cifre campate in aria per far paura al cittadino. Inquietanti anche gli “argomenti” dei firmatari mostrati nel filmato.

Finalmente un intero quartiere verrà riqualificato a vantaggio degli abitanti dell'intera città. Basta con i quartieri di serie B Ne usufruiranno anche molti giovani che frequentano le varie società sportive cittadine per praticare le più disparate attività sportive preparandosi tramite esse ad affrontare le difficoltà vita. Diamo anche a loro una possibilità o vogliamo solo dar fiato all'MPS e ai Molinari?

cari dell’MPS vi preoccupate che la popolazione diminuisce, ma non vi preoccupate per combattere le cause di questa situazione: giovani e over 50 senza lavoro che se ne vanno , un sacco di gente che è arrivata qui pensando che ad aprire la solita gelateria/piadineria/arancineria ecc si facevano i milioni e scappa lasciando debiti e affitti non pagati ... Chi credete di fare fessi? Voi non volete risolvere i problemi, li volete aumentare! Per fortuna che in CC non siete entrati!

Il progetto migliore per la nuova strada e creare una trincea e deviare il traffico sottoterra. Gabriele

Poretti mi fa pena, combatte battaglie per altri e non si rende conto che sta rischiando di far saltare 300-400 posti di lavoro e il futuro di migliaia di sportivi e dei club. Purtroppo ci è stato poco “a scopare il mare”.

Il signor Poretti continua a dire no a tutto ma non ha ancora dato una sola alternativa! Ricordiamo anche che l’MPS non é rappresentato in CC e che quindi di cifre non ne sa un bel niente!

ma Poretti dove vive??? Come si fa a dire che il comparto di Cornaredo va bene cosi? ma che pena!!!! MPS vergogna!!!!

Poretti e Pronzini sindacalisti il massimo dell ipocrisia ! Sono contro il capitalismo e la globalizzazione finanziaria ma sono stipendiati dagli iscritti al sindacato , dipendenti proprio dalle società capitaliste :D ma di fatto cosa fanno per le persone indigenti di questo Cantone : nulla .

Vi sembra tanto dedicare allo sport il 3.4% del budget della città? Lo sport non lo merita? Lo merita la cultura eccetera, ora pure lo sport merita dignità e non strutture che cadono a pezzi! E ricordiamo che si tratta di un investimento anticiclico, che creerà tanti posti di lavoro e farà lavora tantissime aziende che potranno risollevarsi dalla crisi!

non facciamo i soliti ticinesi che si oppongono a tutto e non facciamo mai nulla! Questo PSE è di fondamentale importanza pure per il cantone non solo per il comune! Guardiamo avanti!

MPS = Masoni Pelli Salvasacocia

MPS perché non dite la verità? Semplice, non potete dire che i PALAZZINARI del centro stanno finanziando il vostro referendum contro altri investimenti immobiliari che danno loro fastidio. Anzi, addirittura questi probabilmente si rendono conto di aver perso un’occasione e per questo vogliono ripartire da zero. E lo sport muore! MPS vergognatevi!!!

Si parla tanto di eliminare il traffico pendolare dal centro città e adesso non va bene sostituire circa 100 impiegati comunali a Cornaredo, con inquilini che potranno andare al lavoro, fare la spesa, recarsi all`USI a chilometro zero. Probabilmente gli affitti saranno ragionevoli, considerato che verranno gestiti dalla città di Lugano. Ma al giorno d`oggi chi può ancora permettersi di vivere in centro a Lugano, a parte i ricchi imprenditori che affittano gli appartamenti nei loro palazzi a prezzi sicuramente non modici? Andy LF.

Anni fa i basilesi si autotassarono per raccogliere i fondi sufficienti per comprare un raro Picasso del periodo rosa. Ci si riuscì e fecero una grande festa popolare. A noi ci tocca pagare uno stadio, per decenni capito!!! Cosa taglierà nella socialità il comune quando non potrà andare oltre un certo limite con il moltiplicatore?

Questo Polo sportivo è il futuro, un futuro importante per migliaia di ragazzi e per le società sportive. E costruirlo così è l’unico modo per non indebitare la città. Vogliamo una Lugano che evolve, che diventa più attrattiva e si valorizza, non una città desolata e obsoleta! È l’ora del FARE! Forza, viva questo Polo ed i prossimi Poli!

cosa verrà fatto inoltre per rilanciate il lungofiume contiguo al progetto? Grazie

Come mai coloro che hanno lanciato il referendum usano lo slogan "si al polo" quando hanno una pagina Facebook che invece si chiama "referendum contro il polo sportivo"? Perché non dicono quindi la verità sul fatto che qualora il referendum venisse accolto, le infrastrutture sportive non saranno costruite?

parla il salvatore di Lugano ... pieno di soldi ... che fa i suoi affari !

non pensa il signor Sindaco che tutti questi investimenti siano sensati solo se poi si farà anche una politica per attrarre immigrazione qualificata? La città da anni perde abitanti e va rilanciata sulle attività economiche, sennò stadio e aeroporto saranno sempre -sovradimensionati-

asfalto .... ah l’asfalto che abbiamo pagato caro ....

Si può essere d accordo o meno , ma gli oppositori concretamente cosa propongono come alternativa ? Progetto , finanziamenti, tempistiche ? Chi , cosa , quando ? Ricordarsi che loro si definiscono ufficialmente L’ Opposizione che è tutto dire . È si un diritto fare opposizione, ma è un dovere presentare delle alternative .

Quindi se Gianni Gaggini caporedattore ha firmato il referendum , ora si spiega come mai la costituzione del Associazione Amici del Polo Sportivo e degli Eventi di Lugano , non ha suscitato alcun interesse a RSInews ad invio del Comunicato di presentazione. Ahi ahi

Guardiamo al futuro, siamo indietro di anni e anni! Polo subito!!!

Vale la pena incontrare i responsabili della SFL per spiegare che se passa il referendum siamo da capo! Adesso!

Chi sta dietro il Referendum del MPS ? 48 giorni di presenza a 50 franchi al giorno , volantino a tutti i fuochi della città, non sono mica gratis . L’ MPS non ha interesse nel PSE , perché ?! Chiedetevi come mai visto che parlano di persone in stato di difficoltà in città , non si sono adoperati per creare una mensa per le persone in difficoltà ? Forse forse perché fanno gli interessi di qualcun altro ?!

affascinante da matti come sempre ? buon lavoro

Quanto è oggettiva Falò se Gianni Gaggini, caporedattore, ha firmato per il Referendum?

Gentile telespettatore nel servizio a in studio abbiamo trattato il tema dando voce a entrambe le parti.

Punto uno : il PSE é da fare immediatamente perché a livello di infrastrutture siamo il terzo mondo svizzero Punto due : si deve guardare al futuro e non in dietro ! Il LAC insegna che Lugano ha visto giusto anche se era costato 10 punti di moltiplicatore in più! Punto tre : il Poretti non si vergogna ? Come sindacalista vuole affossare un progetto che creerá tra i 3 e i 400 posti di lavoro. Punto quattro : l’MPS dopo la figura vergognosa fatta alle elezioni a Lugano non ha capito che forse é il caso di lasciar perdere e occuparsi di altro ??

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con