Dalla parte delle bambine

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Si chiama Gardasil ed é il primo vaccino della storia da cui ci si aspetti che possa prevenire un cancro – il tumore al collo dell'utero. Il vaccino contro il Papilloma Virus (anche detto HPV), é stato introdotto in Svizzera nel 2008. Consigliato dalle autorità sanitarie alle ragazze dagli 11 ai 18 anni, il vaccino viene rimborsato dalle casse malati. Dal suo arrivo, con grande grancassa mediatica e degli esperti, questo vaccino ha sollevato molti dubbi. Il tumore al collo dell'utero si può prevenire con controlli regolari dal ginecologo, tanto che nei paesi sviluppati, é diventato un cancro raro. E allora, perché vaccinare tutte le giovani donne, con un prodotto appena arrivato sul mercato? L'inchiesta di Falò fa il punto sull'efficacia e sulla sicurezza del vaccino. E mette il dito su un punto molto delicato di questa storia: gli esperti che hanno deciso di raccomandare questo medicamento alle nostre figlie, sono indipendenti dall'industria farmaceutica? Ospiti in studio il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani e l'oncologo Franco Cavalli.