Falò: le Ceneri del lavoro
giovedì 04/04/19 00:00

Il cantiere della vergogna?

di Oscar Acciari e Simona Bellobuono

“Dovevamo lavorare otto ore al giorno, sulla carta, ma…spesso si lavorava 13 o 14 ore. Molto spesso di notte. Tutte in galleria”. La denuncia arriva da alcuni lavoratori impiegati sul cantiere della nuova galleria ferroviaria del Monte Ceneri. Ma i soprusi non si fermerebbero agli orari di lavoro, anche le retribuzioni non sarebbero state quelle promesse: a fronte di 15 o 16 ore effettive, sulla busta paga figuravano sempre al massimo 8 ore. E come se non bastasse ci sarebbero anche stati casi di caporalato. Le testimonianze sono convergenti e chiamano in causa la ditta che ha ottenuto l’appalto per l’armamento ferroviario. Un appalto ricevuto anche grazie all’offerta di prezzi più bassi rispetto alla concorrenza. Ed è una storia che si ripete, perché la stessa azienda era già stata al centro di uno scandalo simile in Danimarca, dove vicende analoghe sono state segnalate su ben tre cantieri. E allora viene da chiedersi; ma come è possibile che su cantieri pubblici così importanti non si riesca a far rispettare il contratto collettivo di obbligatorietà generale, firmato proprio con lo scopo è di garantire ai lavoratori dei salari minimi? 

L’inchiesta di Falò, sostenuta da una serie di testimonianze e di documenti raccolti tra il Ticino e la Danimarca, rivela le ombre di un’opera fondamentale per la Svizzera, salutata con favore dal grande pubblico, ignaro però di quanto succedeva dentro e attorno al cantiere del secolo.

Ospiti Fouad Zerroudi, operaio edile e Igor Cima del sindacato UNIA

Commenti (27)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Sono letteralmente nauseata da quanto sentito durante la trasmissione. Purtroppo abbiamo già sentito storie di questo genere al cantiere della posta di Berna o sbaglio? Se questi sono i fatti, mi vergogno di essere Svizzera. E di avere una classe politica che vive ancora con la mentalità di 40 o 50 anni fa. Si tutto è cambiato anche nel nostro paese ma non si può permettere che gente che fa un lavoro da "minatore" debba restituire i soldi agli strozzini o caporali, no queste cose non devono succedere!!! Mi auguro che si restituiscano i soldi rubati ai lavoratori, visto che sono soldi nostri.

Mi vergogno che questo succede nel nostro paese bello e ricco, con opere finanziate con soldi pubblici e senza dovuto controlli su cosa fanno ditte e subappaltori. Non posso credere che ci sia tanta indifferenza politica sul esecuzione, i dettagli, e destini di essere i umani e di contratti non mantenuti. Grazie a Fouade Zerroudi per il suo coraggio. Grazie a Falò.

nei concorsi comunali e cantonali il prezzo è solo un elemento della valutazione.. M.R.

Complimenti al signor Fouad per aver denunciato questo schifo.

ma poi il lavoro che qualita ha ?

Per avere qualche riscontro oggettivo basterebbe visionare le registrazioni del sistema di sorveglianza del cantiere...

Falò Io su quel cantiere ho lavorato, e quanto è stato detto l`ho visto

Hanno rubato l'appalto offrendo un prezzo più basso e sfruttando i lavoratori. E' ritornata la schiavitù! Si scrive che i ticinesi non vogliono fare lavori pesanti o umili: secondo me, conoscendo i loro diritti, non vogliono essere sfruttati come gli stranieri.

Non siamo ipocriti: alla fine il committente, la confederazione, impone dei tempi di consegna e dei costi massimi. Come in tutte le aziende, si vuole tutto senza spendere e queste sono le conseguenze. Abbiamo una classe dirigente ingorda che non esita a calpestare le persone pur di ottenere il massimo al minor costo ed arricchirsi! Queste cose capitano tutti i giorni in molte realtà, ma è comodo tenere i paraocchi :(

Falò Bravo Fouad, non hai detto niente ne di falso ne di sbagliato

Comunque finché ci saranno operai che accettano questi soprusi la situazione non migliorerà.

ANCHE LE PIRAMIDI LE HANNO FATTE BENE. PURTROPPO LE HANNO FATTE CON GLI SCHIAVI

Falò Questo è puro schiavismo! È scandaloso! E i controlli? Si controllano solo le piccole ditte? Parlo per esperienza. M.R.

Quest esperienza aprira finalmente gli occhi riguardo la legge sugli appalti? Silverio

Questi sono i valori aggiunti alla nostra cara patria....avanti così che il malandazzo si espande, complici,POLITICI, datori di lavoro,autorità....con misure di sanzioni RIDICOLI.... Andate a votare questi LADRONI !!

Ma quale è la novità? In molte professionii succede così, e la maggior parte sono imprenditori italiani. Grazie libera circolazione delle persone.

cantieri Alptransit: ennesima fregatura italian style di pseudoimprenditori in arrivo dal Belpaese che in Ticino fanno quello che vogliono! Facciamo una lista delle fregature italiche in Ticino anche solo degli ultimi 2 anni?! Attenzione perché la corda é tiratissima e qualcuno potrebbe anche farsi giustizia da solo

Bisogna denunciare subito! Ditte estere, ben vi sta.

- il documentario molto interessante, ma in certi punti non si riesce a sentire il parlato perché la musica di sottofondo sovrasta il racconto... la musica di sottofondo dovrebbe essere abolita nei documentari cosi importanti. Purtroppo da qualche tempo si usa troppo spesso questo metodo di musica di sottofondo alta mentre si parla anche al di fuori dei filmati. Spero in futuro verra abolito questo metodo. Grazie. Cordiali saluti. Daniela

Gentile Daniela.Grazie per la segnalazione, faremo le necessarie verifiche. Cordiali saluti

Mi dispiace ma Colpevoli sono anche coloro che accettano!!!

Ma il signor Cima perché non e mai andato sul cantiere a controllare? Certo e piu comodo starsene a sparare che tutti i cantieri ticinesi sono irregolari e incassare I contributi degli operai!

Falò E? così ad affidare gli appalti ad imprese estere! Complimenti. Paolo

Che vergogna quanto accaduto a questi operai! Chi e colpevole deve pagare e restituire i soldi a chi ha lavorato!

Beh e che dire dei lavoratori che al termine del lavoro, non hanno ricevuto disoccupazione "centro degli interessi in altri paesi" convocati, con 2 anni di elenchi telefonate e versamenti all'estero, e buttati fuori dalla Svizzera. (a meno che abbiano fatto causala minoranza) Inizierà un'altro lavoro importante federale, informalmente mi è stato riferito stesso sistema stipendio allettante x italiani, salvo ristorno di 1000 CH a testa pagati cash a chi li assume .... vergognoso per le FFS ! Questo è il Ticino o forse la Svizzera ...

Falò Ci lamentiamo di questi scandali; il vero scandalo si chiama capitalismo. Aprite gli occhi!

era ora che qualcuno parlasse.

Günter Wallraff scrisse "Faccia da turco", riportando lo sfruttamento dei lavoratori in Germania. Nel suo libro inchiesta mostrò come anche il governo impiegò lavoratori stranieri in nero, anche per costruire palazzi pubblici. Questo succedeva negli anni '80, peccato che in Svizzera accada oggi.

Falò promo 9 luglio 2020

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con