Falò - La doppia vita di Gucci 28.02.2019
giovedì 28/02/19 21:11

La doppia vita di Gucci

di Anna Bernasconi

Gucci lascia il Ticino, almeno in parte. La notizia è di qualche mese fa: il gruppo Kering (cui la prestigiosa griffe appartiene) ha infatti annunciato il trasferimento di 150 posti di lavoro verso l’Italia. Cosa c’è dietro? E cosa significa per il Ticino? La decisione è legata principalmente all’offensiva fiscale che Francia e Italia hanno lanciato nei confronti del gruppo. Roma e Parigi hanno dichiarato guerra ai vantaggi fiscali di cui il gruppo gode stando in Ticino. E sembrano esserci riuscite. Noi siamo andati a vedere come è stata concepita e messa in opera la strategia che ha portato la grande Casa della moda italiana nel nostro Cantone. Ne esce un’architettura finanziaria spregiudicata, che ha permesso guadagni miliardari. Una strategia che ora sembra però arrivata al capolinea. Questo naturalmente significa minori entrate, consistenti, per l’erario ticinese. E ci si chiede se altri gruppi del settore moda potrebbero essere indotti a lasciare il Sud delle Alpi…

Ospite in studio Stefano Rizzi, direttore della Divisione dell’economia TI.

Risposta Divisione Cantonale Contribuzioni 08.02.2019

Commenti (6)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Non dimentichiamoci che le tasse pagate da queste ditte sono servite a finanziare molti progetti cantonali e a favore di tutti i cittadini ticinesi!

Questo è il risultato di convergenza all'Europa, della trasparenza e della pseudo-coesione sociale... alla fine pagheranno coloro che non avranno più lavoro in Ticino e le minori entrate fiscali si compenseranno con aumento delle tasse per i cittadini confederati. Paradossale è la non trasparenza nell'utilizzo di risorse fiscali e la conduzione politica mondiale: il Fondo Monetario stima che il debito mondiale globale 2017 sia di 184 trilioni di dollari, cioè il 225% del PIL mondiale. Il non dichiarato circolante secondo ONU è 2 trilioni (>1% del debito globale) non pare rilevante...

Caro Christian dove sei?!! Stefano Rizzi capro espiatorio consapevole, ma Simona capro espiatorio inconsapevole e mandata allo sbaraglio come diligenti soldatini. Avresti dovuto mettere la faccia, assieme a Lardi e al clan masoni. Precedentemente la Golden Lady, tra poco LGI, un' altro edificio fantasma? Auguri per le imminenti elezioni. Fabio

Trovo inaccettabile che si stenda il tappeto rosso a persone così e che poi si tassino i cittadini fino all'ultimo centesimo. Che i grandi manager siano in giro più di 250 giorni all'anno non è importante abbiamo. Apito che su 365 giorni questi grandi manager nn. Vivono in Ticino. Inoltre 17 fr all'ora nn vi sembra scandaloso??? Grazie politici fate un grande lavoro!

Ma come si fa a nascondersi dietro una maschera con le risposte che sta dando il vostro ospite? A noi poveri comuni mortali ci conteggiano anche l’aria che respiriamo e per questi ricconi si fa di tutto pur di avere delle “mance”: un vero schifo ...

- Complimenti a chi gli ha steso il tappeto rosso....sveglia!!!

Lavori ma non ti pago
Falò, giovedì 19 settembre 2019

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con