12.09.2019
giovedì 12/09/19 21:05

L'ultima spiaggia

di Paolo Bertossa e Mariano Snider

Spiagge abusive, demanio saccheggiato, rive privatizzate in barba alle regole: le rive dei nostri larghi stanno male. Dovrebbero essere valorizzate e protette come un patrimonio prezioso della nostra regione, eppure quel che capita è un degrado senza freno. Falò denuncia un caso clamoroso scoperto a Caprino, sul Lago di Lugano, in una zona di particolare pregio, dove in pochi giorni è “nata” una spiaggia privata. Ma non solo; l’inchiesta scoperchia altri casi di occupazione selvaggia e senza regole, compiuti sotto il naso dell’ente pubblico, con permessi rilasciati con incomprensibile generosità.

Lugano Croisette, è l’ultima trovata per rilanciare le sorti della città: una lunga spiaggia pubblica che collega il LAC alla Foce. Di spiagge urbane ce ne sono parecchie. Quelle storiche come la Croisette di Cannes e quelle più recenti come a Ginevra. Ma la visione del prof. Alessio Petralli, padre dell’iniziativa, potrebbe veramente servire per ridare lustro a una città in declino?

Ospite in studio Angelo Jelmini, municipale di Lugano.

Forum Falò

email www.rsi.ch/falo

SMS al numero 955 parola chiave falo

www.facebook.com/RSIFalo

 

Commenti (20)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Le dichiarazioni del municipale Jelmini sono a dir poco "preoccupanti", infatti egli sostiene a più riprese che la legge si può applicare in maniera molto "precisa" oppure si può trovare una via di mezzo.

Complimenti per la trasmissione! Che figuraccia il municipale Jelmini!! Chissà perché gli abusi vengono sempre fatti da chi ha tanti soldi? Non è che forse ne hanno anche per pagare chi dovrebbe essere preposto per i controlli? Bisognerebbe indagare fino in fondo. Buon lavoro e auguri per una stagione di grande successo!

Falò A dir poco scandaloso quanto successo a Caprino! Se avessero gli attributi, dovrebbero ripristinare l`ex cantiere nautico, ora diventato una villa, con le sortire preesistenti e la destinazione come da primo progetto, cioè atelier per artisti!! Allucinante!???

Un grande grazie a Bill Arigoni che si è battuto per ottenere una bellissima passeggiata che va da Agno a Magliaso costeggiando il lago e della quale ne usufruisce tanta gente quotidianamente

Non inventiamone piu! Non conoscete il lago, un tempo avevamo i nostri marinai d`acqua dolce, tutto sapevano, oggi si fa tutto a Tavolino! Aldo

Perché allora in Val Pontirone x un abuso si ordina l abbattimento e nel caso della villa sul Ceresio No??

Non inventiamone piu! Non conoscete il lago, un tempo avevamo i nostri marinai d`acqua dolce, tutto sapevano, oggi si fa tutto a Tavolino! Aldo

A me per un cambiamento di destinazione mi è stato imposta la domanda di costruzione (non la notifica) e l'ufficio tecnico mi tiene in scacco da 2 anni. Due pesi e due misure caro jelmini.

Signor Jelmini, non si devono inviare domande al Cantone, ma al comune, il quale inoltrera la domanda di costruzione, a sua volta, al cantone. Questa e la prassi ! Quindi il comune e responsabile.

Quindi sembra funzionare così: faccio quello che voglio, costruisco senza permesso e poi aspetto che il comune richieda per me la licenza edilizia a posteriori. Jelmini non ha abbastanza personale per controllare gli abusi, ma ne ha per richiedere licenze edilizie per terzi.

Ti cinese.....ha perfettamente ragione.centrato in pieno come "funzionano" le cose

Quando un abuso diventa anche un vero furto, Autorità conniventi !

Abusi con la complicità dei soliti amici degli amici politici, poi quando qualcuno reclama, lo fanno passare per fesso. POLITICI= No comment

Tipiche storie Canton-ticinese !

Ma Jelmini pensa di risultare simpatico?patetico. ..incompetente e municipio imparziale.purtroppo la legge non e' uguale per tutti...lo sanno tutti.che schifo

Ma scusate e il fatto che le rive dei laghi sono di demanio pubblico, va bene che sono ancora proprietari ma non di dovrebbe permettere nessun intervento!

Jelmini stava franando come la scarpata sopra la spiaggetta! Patetico

perché demolire una spiaggia appena fatta e cosi bella, non potevano semplicemente farla diventare pubblica?? Sono Nadia

tutto bello ma per la Croisette... come pensate di risolvere il problema del traffico sul lungolago che e assolutamente prioritario rispetto alla spiaggia? e poi i soldi per l`improbabile spiaggia ci sarebbero mentre che per gli accessi stradali e di transito per la citta no?

A febbraio 2019 era stato presentato un progetto, Lugano 2040+, dove si parlava, tra l'altro, non di spiaggia ma di passerelle, molto facilmente realizzabili, con costi nettamente inferiori e non invasiva come una spiaggia. E molto usufruibile da qualsisi persona, disabili inclusi.... peccato che vi interessate solo di progetti di persone "famose". Sarebbe stato interessante confrontare i progetti

Ticino da salvare
Falò, giovedì 21 novembre 2019

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con