Falò 07.06.2018
giovedì 07/06/18 21:10

Ma quale giustizia?

di Aldo Sofia e Philippe Blanc

Siamo nel 2011, una donna ticinese viene truffata da una banda di africani che riescono a sottrarle diverse decine di migliaia di franchi. La magistratura apre un incarto, opera un arresto, sente dei testimoni e poi più nulla! Dal momento della denuncia sono passati 7 anni e la donna aspetta ancora che la giustizia faccia il suo corso. E poi c’è una storia tutta diversa, molto più complicata e in gioco ci sono ben altre cifre. È quella di un operatore finanziario, accusato di insider trading, fatti che si svolgono nei labirinti della finanza internazionale. Tra le due vicende però c’è un elemento comune; la lentezza della giustizia: dall’inizio delle indagini sono passati 10 anni e il caso è sempre aperto. Montesquieu ha scritto che una giustizia ritardata è una giustizia negata. Le testimonianze che abbiamo raccolto ci raccontano proprio questo, il sentimento di sconfitta e disillusione dopo tanti anni senza una risposta. E allora cercheremo di capire il perché di questi tempi lunghi e lo faremo assieme a John Noseda, che a fine mese lascia la magistratura. Con il Procuratore Generale discuteremo anche delle recenti frizioni tra politica e magistratura.

 

Ospite in studio John Noseda, Procuratore generale ticinese

Commenti (9)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

E ovvio che lasciano il caso della Signora della Lituania così a lungo in sospeso. Di certo non è nel giusto partito! Probabilmente il fiduciario è nello stesso partito del procuratore!

Ma se acceleriamo le pratiche, gli avvocati perdono soldi....

Perchè se una persona non paga una fattura riceve rapidamente un precetto esecutivo e se poi non lo rifiuta entra in una procedura di fallimento relativamente rapida, ? Per una truffa 7 anni, invece per una persona non paga l'ipoteca dopo quanto rischia che gli si sequestri la casa ?

Se in Ticino adottassimo la pena di morte, dopo 3 mesi avremmo dimezzato la popolazione....

Perché non vengono fatti i nomi delle procuratrici incapaci che hanno trattato il caso della signora lituana? E immagino siano ancora comodamente al loro posto.

"Rechtsverzögerung" non soltanto dalla magistratura ma altrettanto da parte del servizio ricorsi CdS. Da più di 3 anni siamo in attesa di un riscontro su ricorso contro un progetto edilizio. quo vadis Ticino......................?

Io sino ad oggi non ho ricevuto nessuna informativa a riguardo il prosequio del caso, lei vive nello stesso paese dei truffati e fa quello che gli pare senza ritegno di quello che ha causato a diverse famglie, danni economici e psichici. Io e penso anche gli altri coinvolti ci chiediamo come funziona la giustizia qui inTicino, questa sera lo scopriamo! Buonasera

Salve, Nel'autunno del 2016 io e altre decine di persone siamo state truffate da una persona che sembrava affidabile conosciuta in paese e coinvolta anche nella politica, proponeva oggetti elettronici a prezzi interessanti oltre a proporre posti di impiego falsificando documenti, sia io che e altre persone gli hanno affidato 100 di migliaia di franchi, tutte queste persone hanno fatto le dovute denunce come era stato richiesto nell'informativa della stampa dopo che la persona in questione e stata arrestata e dopo 3 mesi di carcere preventivo, e stata rilasciata. Segue nel prossimo testo.

Siamo sempre alle solite, in Ticino si costruisce troppo e bisogna affittare gli spazi , oltretutto girano anche tanti soldi, quindi siamo diventati l` isola felice dei Gaboloni!! E a Bellinzona abbiamo su tanti Francerco Schettino che con le isole ci va d` accordo.... :-)

Falò, giovedì 15.11.2018, ore 21:10

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con