Falò 12.2.2015 - Mobilità
giovedì 12/02/15 21:10

Mobilità insostenibile

di Valerio Selle

Mobilità insostenibile

La mobilità in Ticino rischia il collasso. Sull’autostrada A2 tra Lugano e Mendrisio transitano ogni giorno oltre 70'000 veicoli e altri 114'000 sono quelli che entrano dalla frontiera del solo Mendrisiotto. Ad aggiungere ulteriori dati allarmanti sulla situazione viaria globale vi sono recenti studi dell’Ufficio federale delle strade: nei prossimi 15 anni in Svizzera il traffico aumenterà del 20%. Intanto in Ticino l’A2 e le strade cantonali sono quotidianamente intasate, e non soltanto nelle ore di punta. Pericolosi e costanti fiumi di auto in colonna che, in caso d’incidente, come è già più volte accaduto, ostacolano i soccorsi. Gravi problemi di mobilità analoghi a quelli di altri cantoni, dove però si sono cercate delle soluzioni. Nel canton Vaud, per esempio, dove da qualche anno si usa la corsia d’emergenza come terza carreggiata di scorrimento. Con quali risultati? E si potrebbe applicare anche in Ticino?Viaggio (a rilento) di Falò tra pendolari intrappolati nel traffico e possibili rimedi.

Il Far West è finito!

Diecimila posteggi abusivi in Ticino. È l’impressionante cifra rilevata nei mesi scorsi dal Dipartimento del territorio e contro la quale lo stesso Dipartimento e il suo direttore hanno lanciato un’azione senza precedenti, sia a livello cantonale che comunale. E così a suon di multe, ostacoli fisici, riduzione degli spazi disponibili e regolarizzazione delle licenze edilizie, il numero dei parcheggi fuori legge sta drasticamente calando. Obiettivo della misura: ripristinare la legalità e togliere migliaia automobili dalla strada per ridurre il traffico. Dovendo diminuire il numero di posteggi, numerosi comuni e aziende hanno così messo in atto nuove strategie per una migliore gestione della mobilità. Il cosiddetto e tanto discusso “Piano Zali” per una viabilità sostenibile sta iniziando a funzionare?

Ospiti in studio il consigliere di stato Claudio Zali e Fabio Regazzi, consigliere nazionale.

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con