(tipress)

Sul fondo della bottiglia - Alcol - L’ebbrezza globale

Renato Pugina - Andreas Pichler

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sul fondo della bottiglia     

L'alcolismo rappresenta ancora oggi la malattia sociale più diffusa. È una patologia subdola, connessa a un genere di consumo molto apprezzato, socialmente tollerato, se non addirittura incentivato. Bere sostanze alcoliche è nella norma, ma l'alcolista viene poi emarginato e stigmatizzato. Le cifre sono eloquenti: oltre il 20% della popolazione svizzera assume alcol in modo eccessivo, ogni anno 16.500 persone finiscono in ospedale per abuso etilico, i costi sociali dell'alcolismo sono stimati in 4,2 miliardi di franchi. Il reportage ci porta dentro a questa realtà umana e sociale ancora nascosta e tabù, connotata dalla vergogna di essere precipitati in un abisso. 

Alcol - L’ebbrezza globale             

L’alcol si può produrre facilmente e la sua piccola molecola è in grado di influenzare tutti i 200 miliardi di neuroni in un cervello umano in modi completamente diversi. Ma quasi nessuno descrive l'alcol come una droga nonostante i suoi effetti psicoattivi e di distruzione delle cellule. Ma perché lasciamo morire tre milioni di persone ogni anno?  E che ruolo gioca la potente industria degli alcolici con un fatturato annuo di 1.200 miliardi di euro in questo occultamento coerente? L'autore, a cui piace anche bere un bicchiere, cerca risposte alle domande sul perché beviamo, cosa ci fa l'alcol e quanto fortemente l'industria influenza la società e la politica. 

 

Forum Falò email www.rsi.ch/falo

SMS al numero 955 con parola chiave falo

www.facebook.com/RSIFalo