Falò
giovedì 07/02/19 21:10

Un "cane" per dottore

di Flavia Baciocchi

Un bambino ha perso tutta la famiglia in un incidente stradale. È ferito gravemente: ricoverato in ospedale, si è completamente chiuso al mondo esterno. I medici fanno un tentativo: gli mettono vicino un cane; l’effetto è sbalorditivo, il bambino reagisce rapidamente alle cure. Sono passati quasi 20 anni e da allora, all’ospedale Meyer di Firenze i cani sono di casa. In Ticino e in Svizzera per gli assistenti a quattro zampe le porte dei nosocomi, in generale, restano chiuse. Motivi igenico-sanitari, si dice, ma probabilmente anche un fattore culturale. Nelle case anziani e a domicilio invece, anche da noi, malati e disabili fanno sempre più affidamento sui cani. Li aiutano ad aprire il frigorifero e a ritirare la posta, ridanno loro voglia di vivere. Ma ci sono anche cani in grado di percepire in anticipo un attacco epilettico. Come si insegna una cosa del genere ad un cane? Quanto tempo ci vuole? E perché un cane che scodinzola suscita istintivamente una reazione di empatia nella maggior parte delle persone? 

Ospite in studio Paolo Riva, istruttore cinofilo.

Commenti (5)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Ma tutte le persone che entrano negli ospedali sono pulite non hanno batteri ?i cani che fanno queste terapie sono super controllati..io credo che sia una buonissima terapia e molto efficace

Grazie per questa bellissima serata! È un’altra prova di quanto possiamo e dobbiamo imparare dagli animali. Ho cresciuto due figli con due cani di grossa taglia ed ho le prove viventi quanto bene fa alla crescita sia fisica che emotiva dei bambini. Figuriamoci quanto fa bene ai malati! Evviva i cani!!!! Grazie FALÓ!

Mi meraviglio nel sentire che negli ospedali svizzeri non si pensa di ammettere i cani negli ospedali, visto che noi ci riteniamo all`avanguardia su tanti argomenti, questo sarebbe davvero auspicabile !!!

- purtroppo in Ticino gli ospedali e le case anziani, cosi come gli appartamenti protetti non lasciano entrare o tenere animali da compagnia. Qualche casa anziani sta lentamente svegliandosi. Speriamo! Ne va della salute del paziente. Non saprei stare neanche 5 minuti senza gatti e cane. Patty

- e` fuori dubbio che un cane o un gatto aiutino moltissimo persone malate fisicamente ma anche psicologicamente. Ad es una persona depressa che possiede un cane o un gatto, riceve un grande aiuto da loro. Evidentemente la persona deve essere in grado di accudire l`animale o avere qualcuno che se ne occupi. L`animale non deve star male x colpa dell`umano. Patty

Un'estate con la RSI

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con