Via dal Ticino

di Renato Pugina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Hanno tra i 20 e i 30 anni e in Ticino un lavoro proprio non lo trovano. E allora fanno armi e bagagli e vanno nella Svizzera tedesca o romanda. Per alcuni è un’occasione, è la scoperta di un mondo che non conoscevano e che imparano ad apprezzare. Per altri invece andare a vivere oltre Gottardo è una sofferenza; in particolare perché il centro della vita affettiva resta in Ticino. Al  sud delle Alpi si è abituati ad emigrare; il contesto oggi però è diverso rispetto al passato; nei settori dove il lavoro c’è, c’è anche una concorrenza  decisamente più forte rispetto a prima. Viaggio di Falò con i giovani che hanno dovuto fare le valigie, tra nostalgia di casa e soddisfazione per conquiste che in Ticino sarebbero state impossibili.