Falò 15.10.2015 - Via dal Ticino
giovedì 15/10/15 11:00

Via dal Ticino

di Renato Pugina

Hanno tra i 20 e i 30 anni e in Ticino un lavoro proprio non lo trovano. E allora fanno armi e bagagli e vanno nella Svizzera tedesca o romanda. Per alcuni è un’occasione, è la scoperta di un mondo che non conoscevano e che imparano ad apprezzare. Per altri invece andare a vivere oltre Gottardo è una sofferenza; in particolare perché il centro della vita affettiva resta in Ticino. Al  sud delle Alpi si è abituati ad emigrare; il contesto oggi però è diverso rispetto al passato; nei settori dove il lavoro c’è, c’è anche una concorrenza  decisamente più forte rispetto a prima. Viaggio di Falò con i giovani che hanno dovuto fare le valigie, tra nostalgia di casa e soddisfazione per conquiste che in Ticino sarebbero state impossibili.

Commenti (60)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

Sono 53 anni che sono a Berna. Ho formato una famiglia con una moglie che veniva da Mendrisio. Ora sono 9 anni in pensione e mi son sempre trovato bene. Sono nonno di 5 nipoti che hanno da 24 a 4 anni. Dato che sono il 9 figlio di una fam. Numerosa ogni tanto in Ticino vengo a Gentilino. Un caro saluto a tutti da Angelo Meroni a Berna

@ Gianni Per favore non dica cavolate: l'Eoc sottostà ad un Roc ed in quanto ente para-statale non ha dumping come avviene nelle cliniche private.

Io sto già dicendo a mio figlio di terza media che il suo futuro non sarà in Ticino. Lo sto preparando mentalmente che dovrà andarsene e inizia ad accettarlo. Il Ticino è bruciato. Non c'è futuro.

disoccupati che vanno via da casa per trovare lavoro e vogliono rientrare a casa. chi dice a loro -fö di ball-? :-)

Dopo 5 anni di studio in Svizzera interna (in parte effettuati anche con l'aiuto finanziario del cantone-borse di studio) avrei voluto portare le mie competenze in Ticino ma per ora non è stato possibile. Qui invece ho persino potuto scegliere tra più offerte di lavoro. Non sarebbe più sensato per il cantone trovare un modo per "recuperare i soldi investiti" offrendo più opportunità professionali ai giovani?

Su con il morale giovani!!! Tra un po abbiamo Alptransit.Quindi pendolarismo giornaliero in poco tempo...

Dopo una laurea in svizzera francese e molti anni vissuti in fuori dal Ticino, sono tornato in Ticino. Che differenza di mentalità ... sono scappato dal ticino per tornare in svizzera francese.

Putroppo si gira sempre intorno al problema e sembra quasi che non si voglia usare la parola frontalieri. Ma il problema è ben noto. Frontaglieri,e la politica ticinese che permette tutto questo frontalierato.

Non solo solo è difficile trovare lavoro in Ticino ma c'è anche chi scappa dal Ticino per un grave manco di professionalità di molte ditte. Basta pensare alla grande fuga di medici che se na vanno dall'EOC e vanno a lavorare in svizzera interna. Sempre all'EOC esiste anche il problema dei posti di lavoro che sono dati a frontalieri che vengono ingaggiati senza regolare concorso semlicemente perché pagati a metà prezzo ...

e molto triste x il Ticino, anche uno zurighese potrebbe venire in Ticino a fare esperienze diverse e imparare l`italiano, ma purtroppo il Ticino non si trova in svizzera x Berna

Penso che bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto! Partire da possibilita d`apprendimento di aprirsi ideologicalmente!

Sono 100 anni che i ticinesi vanno oltralpe, lo ha fatto mio papa l'ho fatto io e ora mio figlio. Un esperienza di vita e lavorativa unica e fantastica, poi quando ci si ritrova tra ticinesi grande feste. Da provane per credere.

Ma non vi vergognate? La Rsi è la prima che assume frontaglieri. Portate dei esempi di veri ticinesi in difficoltà. Mio padre è da quando sono nato che deve lavorare oltre gottardo. Il problema sono i scalda sedie di bellinzona e berna. Ma noi ci facciamo i problemi su fusioni di comuni e il grande alp transit. Ma chi si occupa dei cittadini? Abbiamo problemi noi di qui e portiamo qui gente che ha problemi e ne causa di ancora più gravi a noi svizzeri. Spero che avete i maroni di rispondermi.

Purtroppo si ricevono risposte negative dopo l'esperienza oltre Gottardo perché si è troppo qualificati, non è così evidente ritornare in Ticino.

Sono nella Svizzera tedesca da 6 anni. Dopo aver finito il tirocinio di cuoco e l'introduzione dei contratti collettivi in Ticino lavorare diplomato svizzero è diventato impossibile. Per il contratto collettivo dovrei guadagnare 4580 lordi visto i 16anni di esperienza. Ogni ristorante e hotel dicono che con quel prezzo prendono 2 frontalieri con 30anni di esperienza. Prima a lucerna ora a Zurigo riesco a guadagnare 5500 lordi.

Chi mi avesse detto prima di andare all`universita in Svizzera francese che non sarei piu tornata non ci avrei mai creduto, adesso da oltre 13 anni sono oltre Gottardo...Il Ticino mi e ormai estraneo e solo il luogo per trascorrere di tanto in tanto un weekend di relax ..Qui a Zurigo c`e tutto quello che si puo volere sia a livello professionale che di tempo libero... Non c`e paragone, il Ticino perde 10 a 0...

Sono a Zurigo ormai da 30 anni. Torno spesso in Ticino ma noto che il Ticino si sta chiudendo sempre di più su se stesso. Purtroppo, con qualche ritardo, lo stesso sta succedendo a Zurigo e presto non sarà più Zurigo la meta dei Ticinesi, ma qualche altra capitale europea o asiatica !

il problema è proprio la mentalità di un Ticino troppo conservatore ma la storia insegna: le lancette del orologio non possono essere portate indietro. Vorrei un Ticino aperto, dinamico, disponibile verso i giovani lavorativa mente parlando . Mi vedo costretta mia malgrado a considerare di andare via dal Ticino .

io ho 3 figli e tutti e tre sono partiti dal Ticino per lavoro! Devo dire che sono contenta per loro e loro anche !

Siamo onesti... Il Ticino non ha messo paletti dove doveva danno precedenze a frontalieri e non per come credono loro per una miglior formazione bensì perché costano meno lavorano anche oltre orario... Mentre qui per vivere devi lavorare e lo stipendio basta a malapena! Inoltre ci sono posti dove i frontalieri occupano posizioni importanti licenziando poi ticinesi per favorire i loro coetanei amici dalla vicina frontiera... Insomma bn è normale che i giovani devono spostarsi per forza di cose! Io l ho fatto e oggi come oggi bn vedo perché dovrei tornare... Non vedo più futuro purtroppo

28 e non riesco a trovare lavoro. Parlo 5 lingue, la mia vita è un continuo fare colloqui e ogni volta mi sento dire no. Oltre al problema frontalieri, io vivo un problema di chiusura mentale. Avendo cambiato sesso, mi vedo costretta a stare a casa in assistenza perché nessuno mi fa lavorare. È triste. Andrea .

La soluzione proposta dal Beltraminelli è quella di lasciare il Ticino... Questi sono i nostri politici

Il Ticino, per quanto attiene al mercato del lavopro, non è più parte della Svizzera, bensì della vicina Italia. L'abbiamo voluto noi Ticinesi, vendendo il territorio prima ai confederate, adesso agli esuli 'economici' della vicina penisola che hanno importato il loro modo di vedere la società.

Ho 24 anni e lavoro a Berna da 2. In Ticino avevo un posto di lavoro ma le condizioni erano pesanti. Ho avuti la fortuna di trovare un posto dove ora le condizioni sono decisamente migliori. Mi dispiace aver lasciato in Ticino famiglia e ragazzo ma per il momento non vedo una grande possibilita di rientro.

Io ho finito la scc nel giugno 2014 e dal luglio 2014 lavoro a Grindelwald. Io sono combattuta tra le molteplici possibilita di formazione e la mancanza degli affetti. Complimenti per il servizio!

Concordo con Marco e Roberto. Io sei mesi all'URC = zero colloqui, nonostante lingue e un Master. Ho trovato impiego a Zurigo. Ma per il Ticino le mie competenze non erano abbastanza.

Purtroppo in Ticino, manca l'etica nell'economia: All'università si insegnava che un'azienda avesse dei privilegi, ma che doveva ritornare al territorio, stipendi adeguati, e responsabilità. In Ticino abbiamo una classe di imprenditori, senza alcun briciolo di etica e responsabilità verso il territorio. Il secondo problema è che senza raccomandazioni non si trova nulla. Ci vuole meritocrazia, non clientelismo. Tutti gli altri problemi derivano da questi 2

/ Ragazzi spostarsi a ZH o Berna dal ticino non penso si possa descrivere con toni tanto drammatici! E una cosa normalissima al giorno d`oggi! E poi e solo arricchimento! Lo faccio da 6 anni avanti e indietro tutti i week-end. Pensiamo positivo. Andrea

Trovo davvero triste che i ticinesi siano costretti a trasferirsi altrove perché nel loro cantone non trovano un posto di lavoro. Un paese che non è in grado di garantire il lavoro ai propri cittadini dovrebbe farsi un "esame di coscienza". Non si potrebbe semplicemente evitare di ricorrere ai frontalieri nei settori in cui abbiamo così tanti disoccupati ticinesi? Magari si potrebbe assumere manodopera di oltre frontiera solo nei settori dove davvero manca manodopera indigena...

29 anni, da 5 a Zurigo. Non parlo il Tedesco ma non è mai stato un problema. Al Ticino rimane solo il sole, o forse neanche quello...

La mia figlioccia 22enni nel giro di una settimana ha trovato lavoro a Zurigo, in Ticino se è sentita dire di prepararsi per andare in assistenza. Dopo 5 anni pensa di fare una famiglia.

la cosa e normale diamo ancora piu lavoro ai frontalieri. La politica deve intervenire.

Falò già negli anni 50, noi ticinesi trovavamo + lavoro nella svizzera tedesca. Guido

mi rattrista molto la situazione ticinese anche ditte rinomate svizzere prendono frontalieri

Ho 25 anni e sono uno studente universitario a Lugano. Nonostante la precaria situazione famigliare e finanziaria non mi sono concessi prestiti dal Cantone. La soluzione, al momento, è quella di cercare dei lavori in nero part time. Trascorro ogni periodo di ferie lavorando oltre Gottardo, dove si riescono a trovare posti regolamentati e ben retribuiti. Una volta finiti gli studi senza dubbio mi trasferirò. In Ticino sono praticamente costretto a lavorare non in regola, d'altra parte se il Cantone mi ha chiuso le porte in faccia, in un qualche modo mi dico "ve la siete cercata".

Per studi o per lavoro un`esperienza oltralpe sembra ormai inevitabile. L`opportunità di imparare una seconda/terza lingua nazionale è l`unico vantaggio rimasto rispetto alla -concorrenza-. Sfruttiamola! (finché dura). Federico

Ho passato più di dieci anni oltre Gottardo (Losanna, Lucerna,...): per chi si impegna le opportunità sono molte; un mercato del lavoro vasto e variegato, con la possibilità di acquisire professionalità e competenze tecniche e linguistiche che in Ticino non sono presenti. Tutto questo permette poi di rientrare in Ticino (se lo si vuole) arricchendo il nostro cantone e aumentando le possibilità di trovare un impiego. Un esperienza che consiglio a tutti i giovani: con un po' di coraggio si cresce sia dal lato umano sia professionalmente.

esatto Andrea, in Ticino il problema numero 1 si chiama frontalieri. Non dico che andrebbero tutti rispediti a casa, ma ci vuole un tetto per un numero max di persone la quale personalmente credo sia gìà stato superato... per questo non farò mai il il frontaliere, anche se voglio trasferirmi in Svizzera, perchè non voglio portare via un posto di lavoro a voi residenti!

ci sono sempre state delle persone che devono spostarsi x lavorare .

Non c'è solo chi parte ma ci sono anche ticinesi che vorrebbero rientrare ma non riescono: ho un diploma di ingegnere al politecnico di Zurigo, un PhD e 3 anni di esperienza professionale. Mi sono candidato per un posto di docenza alla Supsi (per il quale la mia esperienza e i miei titoli erano requisiti necessari) e mi è stato offerto uno stipendio inferiore ai chf 6'000 al mese! Se anche nel settore pubblico le offerte sono queste non vedo alcun futuro in Ticino: peccato!

I nostri giovani devono lasciare il Ticino xerche qui danno il lavoro ai frontalieri. Myriam

Di certo ci sono piu opportunita fuori dal Ticino, d`altra parte il mercato e molto piu grande. Pero non sono sempre rose e fiori: la qualita di vita e i rapporti umani (ad esempio tra Ginevra e Losanna) non sono neanche paragonabili.

... ad aspettare i ticinesi, ma se anch'io come Sonny dovessi riuscire a trovare un lavoro altrove con il Ticino avrei chiuso, definitivamente.

A Londra dopo aver presentato il mio CV ad un'agenzia di lavoro mi hanno organizzato un colloquio di lavoro con la Goldman Sachs in meno di 2 settimane. In Ticino le agenzie di lavoro neppure rispondono alle candidature dei ticinesi. Il bello è che certi soloni (politici ed esperti vari)affermano che non saremmo abbastanza preparati?!!? Strano...alla Goldman Sachs di Londra non la pensano cosi...

Sono un emigrante ticinese dal 2000, ora sposato con una ticinese e una figlia che frequenta le scuole elementari oltre Gottardo. I meriti ricevuti oltre Gottardo non sono stati riconosciuti in Ticino, come pure il sistema di lavoro, Bisogna dire Grazie hai nostri politici Ticinesi per questa situazione di emigrazione. Ricordo anche che i ticinesi sono ben visti e ben valorizzati oltre gottardo.

Falò È stata dura dopo mesi prendere la decisione di andare oltre Gottardo per ricominciare, ma dopo due anni se paragono Ticino Svizzera interna bn c`è paragone... In Ticino non vedo sinceramente altre possibilità...

Ma si.. dai.. andiamocene tutti.. che altrimenti come faranno frontalieri e immigrati dell`ultima ora..

Da laureato universitario ho passato quasi due anni come collaboratore esterno alla RSI... lavoro su chiamata. Ecco perché me ne sono andato dal Ticino. Noto però che in svizzera francese e tedesca rispondono positivamente o negativamente alle candidature. In Ticino spesso non rispondono neanche.

Mio figlio é un tecnico di radiologia. Da un anno e mezzo lavora all`Inselspital di Berna. Ha lasciato il Ticino in parte per scelta ma anche perché in Ticino non poteva avere un lavoro al 100%. A Berna ha trovato un buon ambiente di lavoro, puó fare un`esperienza di vita e di lavoro davvero particolare e non da ultimo uno stipendio che in Ticino non avrebbe avuto. È molto contento ma è chiaro che a volte il viaggio e il dover confrontarsi con una lingua poco conosciuta non è facile!!

Imprenditori e politici che fanno i propri interesse e non quelli dei lavoratori? semplice egoismo e menefreghismo?

... riportano casi di dumping con stipendi lordi di 1500.- - 2000.- Chf/mese lordi malgrado i Ccl ed i Cnl, in questo settore i frontalieri italiani sono aumentati vertiginosamente, di decine di migliaia di persone negli ultimi anni, +250 da inizio anno solo come impiegati amministrativo (Fonte: Ust). In Ticino se non sei in manica a qualcuno e spesso se sei un minimo "diverso" il 90% delle porte, già scarse, è chiuso, ed il nostro governo cantonale resta immobile di fronte a questa emigrazione. Trovare lavoro in Svizzera tedesca o romanda non è semplice, non sono lì ad aspettare ...

Secondo me dobbiamo approffitare di queste occasioni che abbiamo di conoscere la Svizzera, che detto fra noi è un paese piccolo e con i mezzi di trasporto transitabile molto velocemente. Siamo un paese unico e non siamo indipendenti come Cantoni, dobbiamo lavorare insieme, se penso che i miei nonni lavoravano a Zurigo e tornavano in Vespa sul passo del Gottardo noi non dovremmo proprio lamentarci :) Io è da 4 anni che sono oltre Gottardo e sinceramente sono molto soddisfatto, conosci nuova gente e c'è un bell'ambiente, ho imparato bene anche il francese e il tedesco.

anche quelli della mia generazione 1950, abbiamo dovuto lasciare il Ticino per trovare un posto di lavoro a Zurigo!! Per noi era una cosa diciamo "normale" e non ne facevamo un problema, anzi...

Anche noi abbiamo lasciato il Ticino l'anno scorso con i nostri figli piccoli. Purtroppo non era più possibile restare.il clima di lavoro era insopportabile, tantissima pressione e Mobbing. Per evitare disoccupazione e stipendi improponibili abbiamo deciso di andare via. Qui abbiamo trovato lavoro, casa e tranquillità.

Io dopo mobbing, sfruttamenti vari e cercare lavoro ( non grazie agli uffici disoccupazione) perché lasciata a casa ho trovato a Lucerna dove vige rispetto, collaborazione e opportunita di crescita! Qui il lavoro lo si da a chi costa meno ma lavora di piu e bn si guarda nemmeno la formazione... O meglio se bn hai esperienza o un diploma difficile, se hai varie -specializzazioni- sei troppo caro...triste ma realta in Ticino bn c`e futuro per noi giovani

Ho due figli di 24 e 26 anni. Uno a Basilea come telematico. La figlia a Gstaad in un albergo di 5 stelle. Hanno trovato subito lavoro oltre Gottardo.

FALÓ In Val Poschiavo l`80% circa di noi giovani deve lasciare la valle già a 16 anni. Si incontrano difficoltà come la lingua ma anche grandissime opportunità!

quando sono dite in ticino che cercano impiegati che parlano tedesco/ francese e inglese e rifiutano i svizzeri per prendere italiani che non parlano tedesco/francese perche costano di meno e una schiffezza.....o dute ticinese che rispondono che sarebbe meglio di andare in svizzera interna perche prendono u soli frontalieri non e normale...

Il ticinese si integra di sicuro piu facilmente rispetto magari ad uno svizzero tedesco che verrebbe a lavorare in Ticino. Le paghe oltre Gottardo in piu arrivano a un +30% rispetto al ticino. Difficilmente poi uno/a torna in Ticino. In ch interna si e piu considerati rispetto ai datori di lavoro Ticinesi. Andrea pregassona

Ciao, sto cercando un posto di lavoro in Ticino come impiegato di commercio con Afc e Maturità (Smc in un Cpc per tre anni ed un anno di pratica in azienda), media 5,3, distinzione nelle lingue, nota del lavoro di maturità 5,5, un anno di esperienza. A quanto sembra questo non basta: siamo in decine e spesso centinaia di candidati per un annuncio, spesso le aziende non si degnano nemmeno di rispondere alla candidatura, quando arriviamo ad un colloquio succede che a volte l'esperto delle risorse umane è un frontaliere italiano che non sa neanche che cos'è un Afc, periodicamente i media ...

Falò, giovedì 18.10.2018, ore 21:10

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con