Patti Chiari

Il business dell’acqua / Pillole nella rete

Puntata del 22.05.2015

venerdì 22/05/15 21:10 - ultimo aggiornamento: sabato 23/05/15 00:53

IL BUSINESS DELL’ACQUA - di Federica Bonetti e Giovanni Speranza

Attorno all’acqua, quella che sgorga dai nostri rubinetti, fiorisce un commercio variegato. E così si sprecano strumenti e oggetti vari che la renderebbe migliore, più sana, più naturale. L’ultimo arrivato sul mercato ha un nome altisonante: idrovorticatore. Il suo uso è semplice: basta avvitarlo al rubinetto. E a cosa serve? Serve a trasformare l’acqua che sgorga nelle nostre case in acqua ricca di ossigeno, vitalizzata e quindi più sana. In altre parole la rigenera, come se fosse acqua di sorgente, perché scorrendo imprigionata in tubi e condotte questo prezioso elemento perde la sua energia. Il dispositivo è nuovo, si chiama VortexPower Spring, è in acciaio inossidabile, fabbricato in Svizzera e ha pure vinto un premio di design. Davvero promettente! Certo non costa poco, ma è tecnologico. In pochi centimetri, grazie alla formazione di vortici, riesce infatti a riprodurre il movimento naturale dell’acqua come se avesse percorso un torrente lungo ben 15 chilometri. O almeno, questo dice la pubblicità! 

Patti chiari l’ha provato e l’ha confrontato con altri metodi e prodotti di ossigenazione e vitalizzazione presenti sul mercato. Ci sono delle differenze? E se sì, quali? Ma non è tutto. Ci siamo anche chiesti: a cosa serve ossigenare l’acqua del rubinetto? Cos’è e come si misura la vitalizzazione? E soprattutto bere acqua arricchita di ossigeno e vitalizzata ha dei benefici per la salute? Tutto ciò accompagnato da test di laboratorio e da un esperimento botanico ripreso minuto per minuto dalle nostre telecamere, una sfida dall’esito davvero sorprendente. E che dire dei prezzi? Evidentemente abbiamo confrontato anche quelli. E allora il VortexPower Spring supera la concorrenza? Il santo vale la candela? Siamo davvero di fronte a una nuova tecnologia o si tratta di una bufala commerciale?

 

PILLOLE NELLA RETE - Produzione SRF/Kasensturz

Volete perdere i chili di troppo e siete alla ricerca di una pillola che vi aiuti ad ottenere una linea perfetta in poche settimane? Molte farmacie online sostengono di esserne provviste. Bastano pochi click e il gioco è fatto: si possono ordinare e farsele spedire comodamente a casa. Ma c’è un ma: spesso quelle pillole possono essere ad alto rischio. A dimostrarlo una ricerca di Swissmedic, che ha acquistato i prodotti più in voga. Ebbene, oltre il 90% di questi farmaci nascondevano sostanze pericolose come la sibutramina – un inibitore dell’appetito – lassativi, antidolorifici e psicofarmaci a dosi largamente superiori al consentito. E le conseguenze sulla salute possono essere gravi: patologie cardiovascolari, ictus e infarto. Attenzione quindi: se la promessa è di spedirvi, a basso prezzo e in poco tempo, pillole miracolose a base di piante, è probabile che vi stiate imbattendo in preparati potenzialmente letali. Rimedi ad alto rischio che però conquistano gli svizzeri: ogni anno 20.000 spedizioni di farmaci pericolosi entrano nel nostro Paese, ordinati via internet. In Ticino, durante i controlli a campione, l’anno scorso sono state sequestrate 64 spedizioni su un totale di 81. Patti chiari mostra quali sono i farmaci sotto accusa, come vengono pubblicizzati nei siti online, chi li spedisce e come arrivano in Svizzera.

 

Mare di plastica

In onda
  • LU
  • MA
  • ME
  • GI
  • VE
  • SA
  • DO
21:10
Seguici con