Abbasso il rumore

di Nicola Agostinetti e Lorenzo Pomari

Abbasso il rumore

Puntata del 22.4.22 - La lotta dei cittadini contro il fracasso quotidiano 

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La discoteca sotto casa, l’autostrada a poche decine di metri, il campanile a due passi, il cane dei vicini che non smette mai di abbaiare.

Quanti di noi, a casa propria, sono costretti a convivere con il rumore?

Solo il rumore molesto o addirittura dannoso del traffico stradale riguarda oltre un milione di svizzeri, uno su sette.

Patti chiari ha incontrato alcuni di questi cittadini: chi vive a bordo autostrada senza ripari fonici, chi non chiude occhio la notte per colpa del traffico e chi, secondo il catasto dei rumori del Canton Ticino, vive nell’abitazione più bombardata dal rumore di tutto il Cantone.

Abbiamo sentito chi vive nella seconda città più chiassosa del paese: Lugano.

E abbiamo visitato anche la città svizzera che al rumore notturno del traffico ha dichiarato guerra: Losanna. Cosa si sono inventati?

Infine, abbiamo incontrato chi dal rumore è esasperato. Dal rumore del passaggio di centinaia di treni al giorno, a quello degli spari di un poligono di tiro costruito nell’abitato. Dal rumore del rintocco delle campane che segnano ore e mezz’ore notte e giorno a quello degli schiamazzi degli avventori di un lido.

Un viaggio sul sottile confine che divide i suoni quotidiani dai rumori molesti.

In studio hanno condiviso con noi le loro opinioni Ana Maria do Carmo Calvino e Ingrid Ginter (in collegamento), due cittadine che vivono in un paio tra le case più rumorose della Svizzera, Giovanni Bernasconi, Capo sezione protezione aria acqua suolo TI, Filippo Lombardi, municipale di Lugano e Bruno Storni, dell'Associazione traffico e Ambiente.

Prese di posizione

Condividi
Commenti
Commenti
I più votati
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti