Gianluca Bos

'La passione fa la differenza nel piatto'. Conosciamo meglio Gianluca...

Quando è nata la tua passione per la cucina? Da ragazzo, questa passione è poi sfociata in una scelta di vita professionale. La professione di cuoco ancora riesce a stupirmi nonostante tutti i cambiamenti vissuti durante questi 25 anni.

A chi o cosa ti ispiri quando cucini? Nessuno in particolare, leggo le riviste specializzate e giro parecchio nei ristoranti in modo da prendere nuove idee e stimoli.

Il tuo piatto forte: Frattaglie e pesce.

La tua filosofia in cucina: La cucina è passione, sempre! Il luogo dove lavori non fa la differenza, è la tua passione che la fa la.

Una a curiosità su di te:  Sono fissato sulla pulizia e l’igiene in cucina. Quando avevo 20 anni e lavoravo su una nave da crociera, lo chef mi punì facendomi rimanere a bordo per quasi un mese per non avere pulito bene l’affettatrice. Lo ricordo come se fosse ieri, ero disperato!

Quando non sei tra i nostri fornelli cosa fai? Dopo aver girato il mondo e aver lavorato  in Ticino nei ristoranti Concabella e Principe Leopoldo, da 5 anni lavoro presso la fondazione Otaf di Sorengo come responsabile della cucina centrale. Ho fatto una scelta di vita che mi sta dando gioia e stimoli nuovi e chiaramente una vita più tranquilla.

Il mio tempo libero è dedicato alla famiglia, ai giretti con il mio cane, alla bici da corsa, visito nuovi ristoranti, insomma non sto mai fermo.

Descriviti in tre aggettivi:  irrequieto, passionale, comprensivo.

Seguici con