Julie Arlin, Flavio Sala, Gatto Arturo, Paolo Riva

Malatempora

L’inevitabile retrospettiva satirica della RSI

Dopo una pausetta di riflessione durata due o tre lustri, la satira torna alla RSI. Anzi, no. Satira è una parola che è meglio non usare. Ma sì, usiamola (ma non diciamolo in giro). Dicevamo: torna la satira alla RSI con Malatempora, un programma che ripercorre gli avvenimenti del funesto 2016 con spregiudicato umorismo e scanzonata irriverenza (questa è venuta bene).

Rivedrete notizie che avete dimenticato, volti che avete rimosso, avvenimenti più o meno irrilevanti. Il tutto commentato con sprezzo del pericolo, al solo nobile scopo di farsi una sana risata. Gran cerimonieri di questa ritrovata voglia di divertirsi saranno la leggiadra Julie Arlin e il tenebroso Paolo Riva, una coppia le cui funamboliche performance hanno creato scompiglio tra i critici.

Per l’occasione Julie comparirà senza il consueto codazzo di isobare e isoterme, mentre Paolo ne farà di ogni per farle perdere il leggendario aplomb. Una cosuccia da non perdere, insomma.

E non basta: abbiamo voluto esagerare. Ci saranno anche i personaggi di Flavio Sala, bislacchi interpreti del cittadino medio. Con un grande ritorno: quello del Gatto Arturo, anche lui tornato dopo qualche decennio sabbatico.

Malatempora (citazione ciceroniana che significa “tempi brutti” – massì, facciamo cultura) vi porterà, per quattro sabati, trimestre per trimestre, in un volo pindarico sull’anno che sta per finire, a cavallo tra attualità e umorismo.

Il sabato sera, dalle 20:40, dal 26 novembre, per quattro puntate uniche e, forse, irripetibili Malatempora accompagnerà il periodo più buio di un anno abbastanza buio anche lui, ma sul quale è sempre possibile trovare qualcosa da ridere. E per fortuna.

Della serie: “Sono tempi brutti, ma non sono tempi seri”.

 

Seguici con