Julienne di calamaro aglio, olio e peperoncino con gazpacho di fragole del Piano di Magadino (@RSI)

Julienne di calamaro aglio, olio e peperoncino con gazpacho di fragole del Piano di Magadino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chef Blu, Locarno: Davide Asietti

SFIDA: a tutto crudo

Ingredienti per 4 persone

Olio all’aglio:

Olio extravergine di oliva

Aglio

 

Julienne di calamaro:

280 g di calamari

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di olio all’aglio

2 lime non trattati

5 g di peperoncino fresco rosso

Sale

Pepe

 

Gazpacho di fragole:

300 g di fragole fresche

100 g di pomodorini

100 g di cetrioli

6 g di basilico

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 dl di prosecco

Sale

Pepe

 

Pepe Valle Maggia

Per preparare l’olio all’aglio: mondare qualche spicchio di aglio, tagliarlo a metà ed eliminare l’anima interna, quindi riunire l’aglio in una ciotolina e coprire con sufficiente olio extravergine di oliva. Lasciare riposare più tempo possibile.

Per preparare la julienne di calamaro: tagliare finemente il calamaro, riunirlo in una ciotola e condirlo con l’olio extravergine di oliva, un filo di olio all’aglio, il succo e la scorza grattugiata del lime, sale e pepe. Pulire il peperoncino, privarlo dei semi e tagliarne qualche pezzetto da aggiungere alla julienne e mescolare. Aggiustare di sale e peperoncino. Lasciar riposare 30 minuti in frigorifero.

Per preparare il gazpacho: tagliare le fragole, i pomodorini, pulire e privare della parte centrale i cetrioli e tagliarli a pezzi. Riunire il tutto in una ciotola, aggiungere il basilico, l’olio, il prosecco, il sale, il pepe e lasciare marinare in frigorifero per 2 ore. Trascorso il tempo, frullare il tutto fino a ottenere una crema e passarla attraverso un colino per eliminare tutti i grumi o parti non frullate. Il gazpacho può essere usato anche come bevanda da aperitivo.

Per comporre il piatto: servire la julienne di calamaro, aggiungere un pizzico di pepe Valle Maggia e accompagnarla con il gazpacho in una salsiera a parte. Guarnire con germogli e fiori edibili.

Condividi