Inizia la stagione

Episodio 1

Per il secondo anno consecutivo la RSI propone, adattata in versione italiana, questa fortunata serie estiva, prodotta da SRF, che ci porta a scoprire alcune tra le più significative Capanne alpine della Svizzera. In questa nuova stagione di nove episodi andremo ad incontrare e conoscere i custodi della Capanna Sewen nel canton Uri, della Capanna Motterascio in Ticino, della Capanna Lauteraar nell'Oberland bernese, della Capanna Bergsee, nel canton Uri, della Capanna del Sasc Furä, in Val Bregaglia, e della Capanna del Weissmies, in Vallese. La Capanna Sewen troneggia sulla Meiental, nel canton Uri. I custodi, Walti e Ursi Gehrig, sono una squadra collaudata: hanno gestito la capanna del CAS per ben dieci stagioni e si apprestano ora ad inaugurare l'undicesima. Affiatamento e spirito di squadra sono per la coppia elementi indispensabili, anche perché in qualsiasi momento Walti può essere chiamato a partecipare ad una missione di salvataggio dalla Rega. Come guida alpina e soccorritore specialista, la sua esperienza è molto richiesta in montagna. Fortunatamente, Walti e Ursi possono contare sul sostegno delle tre figlie adulte, per le quali la capanna Sewen è ormai una sorta di seconda casa. La Capanna Motterascio, in Val di Blenio, canton Ticino, è il punto di partenza per le escursioni nella suggestiva Piana della Greina, un altopiano di incredibile bellezza naturale e meta gettonata di molti appassionati della montagna. La capanna non fatica perciò ad attrarre ospiti. La 38enne Simone Keller è pronta ad affrontarne la gestione insieme alla sua giovane squadra. Originaria di Winterthur e con una laurea in Scienze della comunicazione dell'Università di Lugano, Simone ha deciso di appendere al chiodo la carriera accademica per realizzare un sogno: fare il custode di una capanna. Isolata e solitaria, la Capanna Lauteraar si erge fra le montagne dell'Oberland bernese a circa 2'400 metri di altitudine come un'oasi di pace. Per via del suo arduo e lungo sentiero d'accesso, questa piccola e rustica capanna del CAS, nei pressi del Passo del Grimsel, non è adatta a tutti i tipi di escursionisti. Sono proprio queste le ragioni che hanno spinto Stefan Hablützel, ex costruttore di barche e falegname, a lavorare quassù come custode. L'inizio della stagione si prospetta però difficile: Stefan è reduce da un'operazione alla spalla e non può fare sforzi. La Capanna del Sasc Furä, in Val Bregaglia, è rimasta chiusa per l'intera scorsa stagione. Il 23 agosto 2017, otto persone hanno perso la vita nella frana di Bondo. Heidi Altweger, che ha vissuto da vicino la tragedia, vuole tornare a far rivivere la Capanna del Sasc Furä, ai piedi del Pizzo Badile. Un'impresa non facile: il vecchio sentiero che porta alla capanna è ancora bloccato e quello nuovo è difficile e molto più lungo. La Capanna del Weissmies sopra Saas Grund, nel Vallese, è la dimora estiva della famiglia Arnold. Carla lavora anche come insegnante in valle, mentre Roberto è guida alpina e aiutante soccorritore per il Soccorso alpino. Come se ciò non bastasse, hanno due figli in età scolare. Per gestire tutto, la coppia deve dar prova di grandi capacità organizzative e di un forte spirito di adattamento. Nel canton Uri, Toni Fullin è il custode della Capanna Bergsee da una vita. La carismatica guida alpina condivide questo lavoro con l'amica Barbara Salzmann. La moglie, Maria, in seguito a un grave incidente che le è quasi costato la vita, deve rimanere a valle. Ma il marito settantenne non pensa neppur lontanamente alla pensione e continua a perseguire nuovi progetti.

Seguici con