Episodio 5

Episodio 5

di Senta Keller, Claudia Badertscher e Nino Gadient

Il giorno decisivo si sta avvicinando: i cinque giovani candidati supereranno l'esame finale davanti all'alta Commissione esaminatrice? Concluderanno con successo la loro formazione biennale e riceveranno il diploma dal Consigliere federale Ignazio Cassis? Ma i futuri diplomatici devono ancora dimostrare le loro capacità nei loro stage all'estero. Nella sede dell'ONU a New York, Cristina deve garantire che il Presidente della Confederazione svizzera Alain Berset sia sempre al posto giusto al momento giusto, e che arrivi in tempo per il suo discorso all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Al Cairo, Samira deve tenere una conferenza sulla "gestione responsabile" davanti ai rappresentanti di grandi aziende svizzere. Nel tragitto incappa in un controllo di polizia. A Dakar, capitale del Senegal, Jean-Baptiste è addetto, come osservatore elettorale, alle elezioni presidenziali. Deve monitorare le operazioni di voto nei vari seggi. In Argentina, la crisi economica preoccupa anche la diplomazia svizzera. Jonas deve stendere una relazione sulla crisi argentina per le autorità di Berna. Il giorno decisivo è finalmente arrivato. I cinque partecipanti al "Concorso diplomatico" devono superare l'esame finale a Berna, davanti a una Commissione composta di personalità di spicco di molteplici discipline. "La più grande sfida è la curiosità intellettuale, la curiosità di affrontare, ogni quattro anni, temi completamente nuovi, culture straniere e altri punti di vista, senza mai pensare di saperne più degli altri", così il grande Jacques Pitteloud ha sintetizzato i requisiti posti a un diplomatico. Chi diventerà diplomatico o diplomatica? I cinque giovani candidati presentati nella serie riceveranno tutti dalle mani del Consigliere federale Cassis l'ambito diploma? O qualcuno dovrà riorientare la sua vita professionale nonostante i due impegnativi anni di formazione?

Seguici con