La2 Doc

Disegnami un Saint-Exupéry / Un salone a New Dehli

LA 2, lunedì 9 aprile ore 22.10

DISEGNAMI UN SAINT-EXUPERY
Di Andrés Jarach (52’)

Sensibile, testa fra le nuvole, sognatore ma anche caparbio, audace se non addirittura temerario, rubacuori, sempre al verde, visceralmente legato alla madre, diafana contessa dell'aristocrazia francese, unico maschio di quattro figli. Parliamo di Antoine Jean-Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, meglio noto come Antoine de Saint-Exupéry. E di una vocazione, quella di pilota, manifestatasi fin dalla più giovane età tanto da spingerlo a costruire con vecchie lenzuola fissate a un manico di scopa un improbabile velivolo con il quale lanciarsi dalla terrazza della nobile dimora familiare.

Poi il vero e proprio battesimo dell'aria con Gabriel Wroblewski, costruttore di uno dei primi aerei di metallo della storia. Da allora una sola idea in testa: librarsi nel cielo, pronto a tutto pur di volare: prima nell'aeronautica militare, poi per una società di posta aerea, infine nella Seconda Guerra mondiale come pilota di guerra. Pilota dalle fortune alterne, invero, contrariamente all'enorme successo come scrittore, fama guadagnata con "Il Piccolo Principe", “Le Petit Prince” - il libro più tradotto al mondo dopo la Bibbia. La sua scomparsa, avvenuta il 31 luglio 1944, durante una missione in volo, non ha fatto che alimentare l'immagine di eroe romantico che è stata cucita addosso a Saint-Exupéry. "Disegnami un Saint-Ex" di Andrés Jarach è il ritratto inedito, e per certi versi sorprendente, dell'autore di uno dei libri più amati dei nostri tempi. 

 

NON SOLO BARBA E CAPELLI
Di Luc Vrydaghs (26’)

Nel suo salone di parrucchiera a New Dehli, Soniya offre anche trattamenti di bellezza. Così, mentre si occupa del viso delle sue clienti, forse Soniya riesce a dimenticare che nessun trattamento ridarà al suo la bellezza perduta. Vittima di un'aggressione con l'acido, Soniya è una delle molte indiane che pagano il prezzo di una società dove la donna è ancora considerata inferiore e sottomessa all'uomo.

 

In India la violenza fisica nei confronti delle donne è una vera e propria piaga sociale. Le indiane che subiscono quotidianamente stupri e aggressioni con l'acido sono doppiamente vittima di una società che ancora oggi, troppo spesso, garantisce l'impunità agli aggressori. Eppure, anziché lasciarsi abbattere, Soniya ha attinto dalla sua disgrazia la forza e il coraggio di reagire, facendosi portavoce di tutte le donne sfregiate, condannate loro malgrado al silenzio nell'indifferenza della società. Ma forse ora qualcosa sta lentamente cambiando. Grazie a donne come Soniya, le vittime di violenza trovano la forza di testimoniare e il coraggio per ricominciare a vivere e per rivendicare il rispetto che meritano. Sensibile, testa fra le nuvole, sognatore ma anche caparbio, audace se non addirittura temerario, rubacuori, sempre al verde, visceralmente legato alla madre, diafana contessa dell'aristocrazia francese, unico maschio di quattro figli. Parliamo di Antoine Jean-Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, meglio noto come Antoine de Saint-Exupéry. E di una vocazione, quella di pilota, manifestatasi fin dalla più giovane età tanto da spingerlo a costruire con vecchie lenzuola fissate a un manico di scopa un improbabile velivolo con il quale lanciarsi dalla terrazza della nobile dimora familiare.

Poi il vero e proprio battesimo dell'aria con Gabriel Wroblewski, costruttore di uno dei primi aerei di metallo della storia. Da allora una sola idea in testa: librarsi nel cielo, pronto a tutto pur di volare: prima nell'aeronautica militare, poi per una società di posta aerea, infine nella Seconda Guerra mondiale come pilota di guerra. Pilota dalle fortune alterne, invero, contrariamente all'enorme successo come scrittore, fama guadagnata con "Il Piccolo Principe", “Le Petit Prince” - il libro più tradotto al mondo dopo la Bibbia. La sua scomparsa, avvenuta il 31 luglio 1944, durante una missione in volo, non ha fatto che alimentare l'immagine di eroe romantico che è stata cucita addosso a Saint-Exupéry. "Disegnami un Saint-Ex" di Andrés Jarach è il ritratto inedito, e per certi versi sorprendente, dell'autore di uno dei libri più amati dei nostri tempi.

Cine Tell: In cordata

Seguici con