LA2 DOC

I turisti delle stelle / Kosher love

A cura di Valerio Selle www.rsi.ch/la2doc

Avete mai provato a guardare il cielo notturno? Quante stelle riuscite a vedere? A meno che non siate in luoghi particolarmente adatti (in montagna, al mare o nel deserto, per esempio) oppure se non sussistono delle condizioni atmosferiche straordinarie, di solito, di stelle nel cielo, di notte, se ne vedono poche. Il fenomeno dell’inquinamento luminoso è infatti sempre più diffuso in numerose città un po’ ovunque sul pianeta. Il desiderio di molti di osservare la volta stellata e godere della sua infinita bellezza, ha così fatto nascere una nuova tendenza: quella dell’astroturismo. In pratica si tratta di un movimento di persone che si sposta alla ricerca di luoghi incontaminati dall’inquinamento luminoso dove andare a “rimirar le stelle” (come avrebbe detto Dante). E, a detta degli appassionati, la migliore destinazione in Europa per l’astroturismo è la Spagna dove, con viaggi speciali, giungono ogni anno moltissime persone da tutto il mondo. Insomma, ai giorni nostri i cieli scuri e tenebrosi sono diventati una risorsa culturale, un motore che guida lo sviluppo sostenibile ed una fonte di benessere.

 KOSHER LOVE

Yisroel Bernath è un rabbino chassidico di New York, noto come "Rabbi Love". La sua specialità, infatti, è combinare matrimoni: un sensale d'altri tempi, agli occhi di chi crede nell'amore romantico. Già, l'amore: ma cos'è l'amore per gli ebrei chassidici? È quello che tutti rincorrono e che tutti sognano? E la ricerca dell'anima gemella è vissuta allo stesso modo da tutti i fedeli della comunità chassidica? Domande alle quali ha cercato di rispondere, con una buona dose di autoironia tipica, si dice, degli ebrei, il regista di Kosher Love.  

A Brooklyn, dove vive, Yisroel Bernath ha aperto un'agenzia per cuori solitari: la IMatchmaking International, i cui successi gli sono valsi la fama di "rabbino dell'amore". Rabbi Yisroel opera nel rispetto dei dettami religiosi che impongono ai fedeli della comunità chassidica determinate regole prima di contrarre un matrimonio... combinato.  D'altronde, osserva, non è necessario essere innamorati per sposarsi. L'amore nasce con il tempo, poiché è nel rispetto e nella stima reciproci del matrimonio chassidico che esso trova l'humus necessario per sbocciare e fiorire. Quando, quasi sempre, ha trovato le anime gemelle, Rabbi Yisroel contatta i candidati o le candidate di turno tramite mail e cellulare. Dopo tutte le immancabili verifiche del caso da parte dei genitori, è prassi procedere al "Dor Yeshorim", test genetico dal quale dipende il primo incontro.  Anche per Michael e Miriam è andata così. Dopo avere individuato Michael sul sito di IMatching International, Miriam decide di tentare la sorte. Gli scrive e fissano un appuntamento: ma all'ultimo momento, presa dal panico, tenta di annullarlo. Invano. Michael ha già prenotato il volo da Montreal per New York.  Anche questo è l'universo del "rabbino dell'amore": combinare matrimoni tra partner che vivono a migliaia di chilometri di distanza. E, anche nel caso di Michael e Miriam, Rabbi Love ha fatto (ancora una volta) centro!

 

 

Seguici con