Totò Riina - Il boss dei boss (2a parte)

Totò Riina - Il boss dei boss (2a parte)

A cura di Valerio Selle www.rsi.ch/la2doc

Il documentario, suddiviso in due capitoli, ripercorre l'agghiacciante esistenza di Salvatore (Totò) Riina, figlio di un contadino di Corleone, un piccolo villaggio nei dintorni di Palermo, che diventerà lo spietato "capo di tutti i capi" di Cosa Nostra.Il filmato racconta con minuzia una vita selvaggia e sanguinaria. Un percorso segnato da centinaia di vittime, protagoniste di una vera e propria guerra tra lo Stato italiano e la mafia siciliana.Il documentario si avvale delle esclusive testimonianze dei killers al soldo di Totò Riina, in seguito trasformatisi in "pentiti" o in "collaboratori di giustizia" in cambio della riduzione della pena inflitta loro dai tribunali.Nella seconda parte, si parla della decisa reazione del Governo italiano. A Palermo viene infatti costituito un pool di magistrati con il preciso incarico di perseguire gli "intoccabili", ovvero quegli uomini d'affari e politici che hanno stretti legami con Cosa Nostra. Riina reagisce uccidendo il magistrato Rocco Chinnici al quale subentrano due giovani magistrati di Palermo, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, più che mai decisi a distruggere la piovra mafiosa. Grazie alle rivelazioni di alcuni rivali del capo della cosiddetta "cupola", i magistrati riescono ad arrestare centinaia di affiliati a Cosa Nostra. Nel 1986, nonostante il clima di terrore mantenuto da Riina, sempre latitante, a Palermo viene istituito il famoso "maxiprocesso", con ben 475 imputati. Le pene sono pesanti e lo stesso Riina viene condannato, in contumacia, all'ergastolo. Contro tutte le attese, le sentenze sono confermate sia in appello sia dalla Corte suprema.Riina si vendica ordinando due tremendi attentati in cui perdono la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.Nel 1993, Totò Riina viene finalmente arrestato e passerà gli ultimi 24 anni della sua vita in carcere dove muore il 17 novembre 2017 all'età di 87 anni.

Seguici con