Una valigia, tante speranze

Una valigia, tante speranze

A cura di Valerio Selle www.rsi.ch/la2doc

SIl documentario vuole sottolineare la storia, per certi versi straordinaria, di tre famiglie valmaggesi. Le famiglie Riccioli, Lafranchi e Martinelli, emigrate in California tra il 1850 ed i primi anni del 1920.

Queste famiglie sono direttamente legate alla famiglia Maccarinelli da parte materna e l'autore del documentario ha perciò voluto approfondire le loro vicende. 

Emerge così un ritratto di tre diverse storie di emigrazione. La famiglia Riccioli è partita in seguito ad un grave fatto legato alla politica ticinese verso la metà dell'Ottocento. Per i Lafranchi si è invece trattato di una decisione personale non legata ad una necessità economica, contrariamente al caso della famiglia Martinelli.

Attraverso le interviste di alcuni storici della Contea di Marin, dove molti ticinesi si sono stabiliti, si ha uno spaccato interessante dei numerosi emigranti dal Ticino e del loro inserimento nella società californiana.

Tra gli aspetti significativi dei ticinesi in California vi è il contatto con la terra d'origine. Un attaccamento che rimane anche tra le nuove generazioni. La Pro Ticino in questo senso è stata e rimane un punto fondamentale per mantenere queste importanti relazioni.

 

LA VALLE DELL'ORO BRUNO

La storia dell'emigrazione dalla valle di Blenio è strettamente intrecciata a quella del cioccolato. Già a partire dalla seconda metà del '700 furono in molti ad abbandonare la Valle per trasferirsi nelle capitali europee o nelle Americhe e creare piccole botteghe o attività legate al consumo del dolce estratto dalle fave del cacao.

Della maggior parte di loro non si sa più nulla, mentre invece i nomi di alcune famiglie hanno lasciato un segno indelebile, come i Pagani, i Gatti, i Soldati, i Maestrani.

Di quest'ultima stirpe, emigrata nel canton San Gallo, esiste ancora oggi l'azienda che continua a portare il nome del suo fondatore, Aquilino Maestrani: ed è forse l'unico esempio.

La fabbrica, che però non appartiene più alla famiglia, si trova a Flawil, nel canton San Gallo, e potrebbe anche non essere l'unica eredità rimasta: nel canton Ticino risulta infatti esserci un'altra traccia dei Maestrani, tutt'ora in attività.

 

 

 

Seguici con