Sulle tracce di Fellini

Ritratti e personaggi

Documentario di Gérald Morin

La RSI ricorda Federico Fellini, che avrebbe compiuto 100 anni il 20 gennaio 2020, attraverso i ricordi e la telecamera del regista Gérald Morin, assistente del Maestro dal 1971 al 1977, gli anni di film indimenticabili come Roma, Amarcord e Casanova. Morin torna a Roma, Milano e Rimini per ritrovare gli amici di quel tempo, che ebbero il privilegio di lavorare con Fellini, meraviglioso inventore di immagini e di universi barocchi con uno spiccato senso della dismisura, artefice di quell’atmosfera unica e preziosa, che nessun altro poteva immaginare né tantomeno forgiare. Un tuffo nel cinema e nella vita del genio di Rimini grazie ai ricordi di Magali Noël, indimenticabile Gradisca di Amarcord, di Nando Orfei e Alvaro Vitali, ma anche dei Fiammetta Profili, direttrice di casting, del fedele barbiere della Roma popolare Antonio Burdino, del vicino di casa e gallerista Enrico Todi, del direttore fotografico Peppino Rotunno e di tanti altri. In quegli anni Gérald Morin raccolse e conservò decine di migliaia di documenti e custodì gelosamente cimeli e ricordi del Maestro, che poi divennero parte integrante della Fondazione Fellini per il cinema fondata a Sion nel 2001. Un Paese, la Svizzera, che Fellini frequentò spesso, quando si recava ad esempio a Zurigo per incontrare il suo editore, Daniel Keel, fondatore di Diogenes.Oggi, in occasione del centenario della sua nascita è uscita per le edizioni Gremese di Roma l’enciclopedia Tutto su Fellini: quaranta autori e settecento pagine per onorare colui che non solo è entrato nella storia del cinema ma anche nei cuori di tutti noi.

Storie: Caronavirus

Seguici con