Superalbum

Abilmente diverso

LA 2, sabato 1 dicembre, ore, 21:40

di Niccolò Castelli

Guido ha 35 anni, è nato e cresciuto a Massagno, adora pelar patate, ama il cinema e la pizza. Ha un fratello di nome Giovanni, sua mamma si chiama Daniela e suo padre Giangiacomo. Fra le sue molteplici caratteristiche ve ne sono due più importanti di altre: Guido è ipovedente e affetto dalla sindrome di Trisomia 21, ovvero, è down.

Guido vive con la sua famiglia, lavora come aiuto cuoco in un centro diurno per anziani di Caslano e presso l'OTAF di Sorengo. Benché sia affetto da un importante difetto della vista ama il cinema e la televisione: non si perde un telegiornale, va sovente al cinema e colleziona i film dei suoi amati Bud Spencer, Terence Hill e Walker Texas Ranger in DVD. A Massagno, all'OTAF e nell'ambiente più o meno tutti lo conoscono, Guido non è uno che non si fa notare... Il documentario racconta uno spaccato della sua vita. Una settimana con lui, dal mattino, quando si alza per il primo telegiornale, alla giornata trascorsa ai fornelli al rientro dopo il lavoro, quando prima di rincasare passa sempre a far visita alle sue amiche commesse al distributore di benzina dove ogni giorno si lascia andare al suo "vizio": una coca-cola fresca. Senza dimenticare i suoi fine settimana sempre intensi, fra gite in montagna, tuffi in piscina, sortite al cinema, cene da amici e fratelli e appuntamenti culturali.

Gotthard

Seguici con