Superalbum

Cesarino e i colori della vita

In ricordo di Gianluigi Quarti

di Tiziano Gamboni e Gianluigi Quarti Cesarino Fava (1920-2008) è nato a Malé (Trentino) in una famiglia contadina. Penultimo di 11 figli, trascorse l'infanzia in valle, contribuendo col suo lavoro all'economia famigliare. Estroverso, aperto al mondo, Cesarino, refrattario per cultura e carattere al fascismo decide di emigrare in Argentina nel 1952. Sbarca a Buenos Aires. Nell'Argentina di Peron, fa cento lavori e soprattutto riesce a dar libero sfogo alla sua passione per la montagna. Fonda il club Alpino argentino e parte alla scoperta delle più remote cime delle Ande . Nemmeno una sfortunata salita sull'Aconcagua, a oltre 6000 metri che gli costa una severa amputazione ad entrambi i piedi riesce a frenare la sua passione per la montagna. Girato in parte a Buenos Aires e in Patagonia, il documentario racconta le emozioni, i ricordi e gli entusiasmi di Cesarino Fava, mettendo in luce la sua incredibile e contagiosa vitalità.

La notte del Cortometraggio

Seguici con