La valigia Jonathan Edwards (Sport non stop 22.10.2017)

Jonathan Edwards

Salto triplo ma soprattutto altro

A tutt'oggi rimane il punto di riferimento quando si parla della tecnica perfetta nel salto triplo. Quel balzo a 18 metri e 29 centimetri è lì dal lontano 1995 a fissare nella storia un record del mondo che in molti hanno cercato di battere, senza successo. Jonathan Edwards è stato un grande atleta ma ha sempre dimostrato, già durante la sua carriera sportiva, di essere una persona tutt'altro che scontata. Figlio di un pastore anglicano Edwards a lungo non ha gareggiato la domenica. Una vita personale e sportiva influenzata dalle sue convinzioni religiose e dalla sua voglia di essere una persona completa. Archiviata la carriera attiva in pedana, Jonathan Edwards ha conseguito la laurea in fisica all'Università dell'Uster per poi dedicarsi al giornalismo, dapprima per la BBC ed in seguito per Eurosport. In quest'incontro l'ex triplista britannico ha cercato di spiegare nel modo più onesto possibile la sua crisi personale che l'ha portato ad allontanarsi dalla fede e a abbracciare il pensiero darwinista. 

Seguici con