Omaggio a Pietro Damiani con C. Giuffredi, P. Beltramini, J. Cardoso, I. Villar Sanz

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Omaggio a Pietro Damiani”
con
Corrado Giuffredi e Paolo Beltramini
Iván Villar Sanz e Joel Cardoso
clarinetti

Presenta Claudio Farinone

L’appuntamento di Rete Due con la musica dal vivo in questo 7 febbraio 2023 ci darà modo di scoprire insieme l’eredità di un grande maestro del nostro territorio.

Quando si menziona il maestro Pietro Damiani -che nel 2023 compirà 90 anni- nell’immaginario collettivo dell’ambiente musicale si pensa immediatamente al ricco universo bandistico, del quale è stato motore attivo per oltre cinque decenni, tanto su territorio svizzero italiano, quanto su quello italiano e internazionale. A Lugano approda come direttore della Civica Filarmonica nel 1968 e vi rimane alla testa per oltre 30 anni, lasciando un segno indelebile anche attraverso le innumerevoli composizioni e il costante impegno pedagogico verso le nuove generazioni -a lui si deve la creazione della Civica Scuola musicale nel 1977-. Il mondo delle bande è d’altronde suo pane quotidiano fin dalla gioventù, quando entra nel complesso bandistico del suo Paese natale - Manerbio in provincia di Brescia - diretto dallo zio materno, prima figura di riferimento che gli trasmette le basi e la passione per la musica. Radici forti che si trasformano inizialmente in un percorso professionale di impostazione classica, come clarinettista, compositore, direttore (anche di coro), con studi a Brescia, al Conservatorio di Milano e a quello di S. Cecilia a Roma e con un periodo di attività anche ai Pomeriggi Musicali di Milano. Ma il richiamo alla tradizione bandistica è forte e dà avvio alla significativa carriera che conosciamo e che lo ha visto protagonista di molti momenti salienti del nostro territorio.

Terminata la collaborazione artistica con la Filarmonica luganese, dal 1998 si dedica con più tempo alla composizione, non solo per banda, convogliando i propri sforzi su pagine che arricchiscono il suo repertorio extra bandistico.

Ed è proprio al suo retaggio classico e al suo strumento d’elezione, che rendono omaggio i due rinomati Primi clarinetti dell’OSI, Paolo Beltramini e Corrado Giuffredi, insieme ai giovani Joel Cardoso e Iván Villar Sanz, eseguendone dal vivo per l’appuntamento di febbraio con MusicaViva alcune pagine per quattro clarinetti di rara esecuzione.

In diretta radiofonica e videostreaming dalle 14.30 alle 15.30 allo Studio2 RSI.

Condividi