Tra le vetture prodotte da Chevrolet in Corea ci sono citycar come questa Spark del 2013
Tra le vetture prodotte da Chevrolet in Corea ci sono citycar come questa Spark del 2013 (GM)

General Motors chiude ancora

Il colosso americano dell'auto riduce la sua presenza in Corea del Sud dopo aver lasciato l'Europa nel 2017

General Motors “rimpicciolisce” ancora. Dopo aver venduto l’anno scorso le sue marche europee, Opel e Vauxhall, il colosso di Detroit punta a chiudere entro breve uno dei suoi impianti in Corea del Sud e sta facendo pressione sui sindacati locali affinché siano prese ulteriori misure onde poter tagliare ancora i costi.

In Corea si producono le vetture che fino a pochi anni fa erano importate anche in Europa, prima della decisione di lasciare totalmente il mercato automobilistico del vecchio Continente dopo aver lavorato a fondo per rilanciare la presenza della marca fondata dallo svizzero Louis Chevrolet.

La decisione di chiudere gli stabilimenti mostra come l'amministratrice delegata Mary Barra continui a portare avanti il suo piano di ridimensionamento della società, con il quale ha già chiuso, ridotto o venduto attività in India, Europa Occidentale, Russia e nel Sudest asiatico. General Motors diventa così ancora più dipendente dalle sue attività in Cina, il mercato dove vende più automobili.

ATS/Reuters/EnCa

Condividi