Georg Fischer in forte calo

Il gruppo industriale sciaffusano Georg Fischer, presente anche in Ticino, ha registrato nel primo semestre un giro d'affari di 1,92 miliardi di franchi, in calo del 20% rispetto allo stesso periodo del 2018 (-5,5% senza acquisizioni e dismissioni). La contrazione è dovuta soprattutto alla cessione di due fonderie che contribuivano al fatturato con 350 milioni di franchi. La strategia aziendale punta a diminuire la dipendenza dal mercato automobilistico in forte crisi. I vertici aziendali hanno affermato che, nella seconda parte dell’anno, vi saranno buone possibilità di crescita con la conferma degli obiettivi a medio termine.
Condividi