La BNS ha ridotto le previsioni di crescita dell'economia svizzera per il 2018 al +2,5% (keystone)

La crescita rallenta

La BNS rivede al ribasso le previsioni per l'economia svizzera e lascia invariata la politica economica

La Banca nazionale svizzera (BNS) mantiene ancora invariata la sua politica monetaria: gli interessi negativi dello 0,75% sui conti giro presso la BNS sono stati confermati. Anche il margine di fluttuazione del Libor a tre mesi viene mantenuto fra il -1,25% e il -0,25%, ha annunciato giovedì l'istituto d'emissione.

La BNS ha ridotto le previsioni di crescita dell'economia svizzera per il 2018 a un +2,5% del prodotto interno lordo (PIL). Per il 2019, l'aumento dovrebbe essere dell'1,5%. In Svizzera, nel terzo trimestre il PIL si è ridotto dello 0,9% su base annua. Tuttavia, grazie alla forte crescita registrata fino ad oggi, è ancora superiore del 2,4% rispetto all'anno precedente. "Dopo diversi trimestri di crescita molto forte, era prevedibile che la dinamica si sarebbe indebolita. Ma il calo del PIL è dovuto anche a fattori temporanei", afferma l'istituzione.

Sul mercato del lavoro proseguono gli sviluppi positivi. L'occupazione è cresciuta nel terzo trimestre e il tasso di disoccupazione ha continuato a scendere fino a novembre al 2,4%.

ATS/M. Ang.

La BNS mantiene la sua politica monetaria

La BNS mantiene la sua politica monetaria

TG 12:30 di giovedì 13.12.2018

Condividi