Il quartiere è stato isolato
Il quartiere è stato isolato (keystone)

"È per la Siria!"

Parigi: l’uomo che ha aggredito un poliziotto davanti a Notre Dame ha rivendicato la sua appartenenza allo Stato islamico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"È per la Siria!". Sono le parole urlate dall’uomo che oggi, martedì, ha aggredito un poliziotto a colpi di martello davanti a Notre Dame a Parigi. Lo ha comunicato in serata il ministro dell’interno francese Gérard Collomb.

L’agente è rimasto leggermente ferito; il suo collega ha aperto il fuoco ferendo alle gambe l’assalitore. Si tratterebbe di un algerino nato nel 1977 di nome Farid Ikken arrivato nel marzo 2014 in Francia. Nella sua abitazione sarebbe stato ritrovato in serata un video con il giuramento all'IS e il proposito di commettere attentati. Al momento dell'attacco aveva con sé anche due coltelli da cucina. 

Davanti alla cattedrale si è assistito a scene di panico, con la folla che scappava in tutte le direzioni dopo che le forze dell’ordine hanno esploso due colpi d’arma da fuoco. Almeno 900 persone sono rimaste a lungo chiuse dentro la chiesa; la sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha nel frattempo aperto un’inchiesta.

Parvis de #NotreDame Situation maîtrisée, un policier blessé, l'auteur des faits a été neutralisé et orienté vers un hôpital

— Préfecture de police (@prefpolice) 6 giugno 2017

AFP/ANSA/ludoC/SP

TG 20 del

Francia, paura a Notre Dame

Francia, paura a Notre Dame

TG 20 di martedì 06.06.2017

Condividi