Allarme ONU per l'Etiopia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
L'Etiopia rischia la violenza settaria, con partenze di massa come quelle viste nella capitale afghana Kabul, se il conflitto in atto arriverà nella capitale Addis Abeba. Lo ha affermato Martin Griffiths, sottosegretario generale per gli Affari umanitari e coordinatore degli Aiuti di emergenza dell'ONU, parlando della guerra che, da oltre un anno, vede contrapporsi le forze del Governo federale e quelle fedeli al gruppo Fronte popolare di liberazione del Tigrè. Griffiths ha espresso profonda preoccupazione per la stabilità della nazione, abitata da 115 milioni di persone e composta da oltre 80 gruppi etnici.
Condividi