Le fiamme hanno raggiunto punte fino a 90 chilometri orari
Le fiamme hanno raggiunto punte fino a 90 chilometri orari (keystone)

Brucia la Gran Canaria

Gli incendi sull'isola spagnola stanno divorando migliaia di ettari di bosco. Più di 1'000 persone costrette a lasciare le proprie case

Non sono ancora stati domati gli incendi che da sabato stanno divorando migliaia di ettari di vegetazione sull'isola di Gran Canaria. Un migliaio di persone sono state costrette ad abbandonare per precauzione le proprie abitazioni e a cercare rifugio in diversi centri della Croce Rossa.

Le fiamme, spinte da forti venti con punte fino a 90 chilometri orari, si sono avvicinate al Parco Nazionale e ad un'area molto frequentata dai turisti, mandando in fumo migliaia di ettari di bosco. Il vento e la mancanza di precipitazioni hanno reso ancora più difficile il lavoro di spegnimento, per il quale sono stati impiegati 13 aerei ed elicotteri antincendio e 250 tra pompieri e soldati. La situazione potrebbe aggravarsi ulteriormente a causa dell’ondata di calore prevista nei prossimi giorni.

Secondo quanto riportato dai media locali, la polizia ha arrestato un uomo sospettato di aver innescato il rogo mediante una saldatrice. Nessuna persona è rimasta ferita.

 
ATS/RG/MarGù
Condividi