Agenti presidiano il sito del Bourget, sede dei lavori
Agenti presidiano il sito del Bourget, sede dei lavori (keystone)

COP 21, Parigi blindata

Massima allerta terrorismo per la Conferenza ONU sul clima. In arrivo anche Obama e Putin

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Inizia domani (domenica) la Conferenza dell'ONU sul clima di Parigi, la cosiddetta COP 21 e la capitale francese è in stato di massima allerta. Il sito del Bourget, sede dei lavori, e i dintorni saranno presidiati da circa 2'500 agenti e l'accesso per i veicoli sarà sostanzialmente impossibile. Ampi tratti dell'autostrada che attraversa la banlieue nord di Parigi saranno chiusi. La sicurezza sarà massima anche nei quartieri colpiti dagli attentati del 13 novembre, nei quali sono state uccise 130 persone.

Nel mirino della polizia non ci sono solo le reti del terrorismo islamico ma anche gli attivisti, impegnati contro i cambiamenti climatici, che chiedono ai potenti del mondo di anteporre il bene comune agli interessi privati delle grandi industrie, responsabili delle emissioni di C02 che stanno portando inesorabilmente il pianeta verso la catastrofe. Come consentito dallo stato di emergenza, varato in seguito agli attentati che hanno sconvolto Parigi, sono gia state fermate diverse persone, che nei giorni scorsi avevano sfidato il divieto di manifestare, imposto dalla prefettura.

All'evento non mancherà nessuno, da Barack Obama a Vladimir Putin, dai leader asiatici Xi Jinping e Narendra Modi alla presidente brasiliana Dilma Roussef, fino al capo della Commissione europea Jean-Claude Juncker. L'appuntamento clou è fissato per lunedì mattina, quando il presidente francese Francois Hollande e il ministro degli Esteri Laurent Fabius accoglieranno i capi di Stato e di Governo dei 147 paesi partecipanti per aprire ufficialmente i lavori.

ATS/ANSA/M.Ang.

Dal TG12.30:

Condividi