Gli inquirenti hanno lavorato sul luogo dell'esplosione tutta la notte (Reuters)

Caccia infruttuosa a Lione

Vane le ricerche dell'uomo sospettato di aver collocato la borsa esplosiva che ha provato 13 feriti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La caccia all’uomo della polizia francese è stata finora vana. L'individuo che venerdì a Lione ha lasciato una borsa con un involucro esplosivo contenente chiodi, viti e bulloni nel centro cittadino provocando il ferimento, non grave, di tredici persone, tra cui una bimba di 8 anni, è sempre in fuga. "E' ancora troppo presto per qualificarlo come un atto di terrorismo", ha detto la ministra della giustizia francese, Nicole Belloubet.

Lione, ancora caccia all'uomo

Lione, ancora caccia all'uomo

TG 12:30 di sabato 25.05.2019

 

Nel frattempo la polizia ha diffuso la foto segnaletica del sospetto, che si sarebbe allontanato in bicicletta, invitando eventuali testimoni a dare il proprio contributo alle ricerche. Si tratta di un uomo tra i 30 e i 35 anni che indossava un maglione nero e pantaloni corti chiari. Il volto del sospetto è parzialmente coperto da occhiali scuri.

Il vicepresidente della regione Auvergne Rhône-Alpes, Étienne Blanc, ha confermato che operazioni di verifica e ricerca sono in corso in diverse zone della regione di Lione.  L'indagine è affidata all'antiterrorismo anche se la matrice del gesto non è ancora chiara.

ATS/ANSA/AFP/Swing

Condividi